x

x

Isaías Del Pupo - Credit: UFFICIO STAMPA US PONTEDERA
Isaías Del Pupo - Credit: UFFICIO STAMPA US PONTEDERA

Si spengono al primo turno le possibilità per il Pontedera di raggiungere la Serie B. Infatti, dopo un campionato concluso al nono opposto che ha permesso alla squadra toscana di raggiungere la fase Playoff, è arrivato nella giornata di martedì il verdetto per cui si sono spente tutte le speranze. 2-2, questo è il risultato maturato al termine dei 90' minuti contro il Pescara che non permette alla squadra allenata da Canzi di proseguire la propria stagione, a causa del piazzamento in classifica. Nonostante il risultato negativo però, ieri la squadra granata ha visto brillare uno dei talenti più limpidi della rosa: stiamo parlando di Isaías Delpupo, trequartista argentino che ha segnato la rete splendida del pareggio. Una giocata che unisce la tecnica e la classe sudamericana, propria del giovane talento classe 2003.

Ma qual è la storia del trequartista classe 2003 Isaías Delpupo, che dall'Argentina è arrivato in Italia per inseguire i suoi sogni nel mondo del calcio? Scopriamolo insieme.

Dall'Argentina a Cagliari…con un solo obiettivo

Isaías Delpupo è un calciatore argentino, nato nella piccola località di El Socorro il 31 marzo 2003. La sua passione per il calcio ha inizio proprio con i primi calci al pallone per le strade della sua città. Sicuramente l'influenza del popolo argentino fa la differenza a quell'età, come affermato dallo stesso Delpupo in un'intervista rilasciata a La Casa Di C: “In Argentina la gente vive per il calcio, è una religione. Ogni partita è una guerra e si gioca sempre davanti a tanta gente anche nelle categorie inferiori. Ho iniziato nelle vie del mio paese, El Socorro, e nei campetti con i miei amici, poi in alcune squadre della città più vicina, Pergamino”. Da subito però capisce che per realizzare il suo sogno, ovvero quello di diventare calciatore, deve cercare fortuna fuori dalla sua nazione e quando scopre che alcuni club italiani avrebbero voluto vederlo giocare dal vivo, non perde tempo e decide di intraprendere questa nuova avventura. Poco dopo arriverà la chiamata del Cagliari e dopo i primi allenamenti con il club sardo arriva l'esordio nel settore giovanile. Con i rossoblù, tra Under 17 e Primavera, totalizzerà 64 presenze in cui metterà a segno 5 reti e servirà 4 assist.

Del Pupo Pontedera
Isaías Del Pupo - Credit: UFFICIO STAMPA US PONTEDERA

Pontedera, stagione da ricordare

Il Cagliari ha le idee chiare con Delpupo e decide di fargli sperimentare un anno lontano dalla Sardegna. Per il giovane talento argentino allora arriva un importante passo in avanti tra i “più grandi” con la maglia del Pontedera. Il club toscano dopo un'ottima stagione registrata lo scorso anno in cui ha ottenuto il sesto posto in classifica, ha intenzione di riconfermarsi conquistando nuovamente la zona Playoff. Delpupo però riesce sin da subito ad impressionare mister Canzi, che non potrà fare a meno di lui. Sono proprio le statistiche a dimostrarlo: 38 presenze, condite da 10 gol e 3 assist. Numeri importanti per un ragazzo che si affaccia per la prima volta ad un campionato duro come la Serie C. Quest'anno il trequartista argentino è riuscito a realizzare addirittura una tripletta nel match rocambolesco vinto per 5-4 contro la Recanatese, descrivendo così le emozioni provate in quel momento (a La Casa di C): “La mia prima tripletta è stato un bel momento – ha raccontato ai microfoni de Lacasadic.com – una bella emozione che ci ha permesso anche di vincere una partita difficile e importante. La dedico alla mia famiglia, che mi sta sempre vicino anche nei momenti difficili“.

L'idolo Messi e il sogno Albiceleste

Da buon argentino, l'idolo e la fonte di ispirazione che Delpupo segue sin da quando era piccolo è Lionel Messi. Il sogno del trequartista classe 2003 sarebbe proprio quello di raggiungere “la Pulga" con la divisa dell'Albiceleste e magari di poterci giocare insieme, ma non solo: “Il mio sogno è quello di giocare in Serie A ed esordire con la Nazionale“. Chissà se proprio nella prossima stagione, riscattato dal Cagliari (nel caso in cui dovesse raggiungere la salvezza), avrà occasione di poter esaudire uno dei suoi desideri.

Camarda, è ufficiale: ecco il primo contratto con il Milan. I dettagli
Italia Under 20, i convocati di Bollini per lo stage a Tirrenia