Sassuolo

FOCUS - Il Sassuolo ai Raggi X: l'analisi del gioco della Primavera neroverde

Tutti i numeri del Sassuolo attraverso i dati di Footure Lab

Simone Negri
02.12.2020 19:00

Il campionato Primavera 1 è fermo da quasi un mese a causa dell'emergenza sanitaria dovuta ai contagi da Covid-19. In avvicinamento alla ripresa, sperando che questa avvenga il prima possibile, andiamo oggi ad analizzare da vicino una delle protagoniste della prima parte della stagione: il Sassuolo di mister Emiliano Bigica. La squadra neroverde occupa attualmente il secondo posto in classifica con 10 punti conquistati in quattro partite, frutto di tre vittorie (ottenute contro Empoli, Torino e Cagliari) e un pareggio, rimediato contro la Lazio. I punti di distacco dalla Roma capolista sono ben 8, ma bisogna tenere conto del fatto che la squadra emiliana ha ben due partite da recuperare. Ma quali sono i principali punti di forza del gruppo di mister Bigica? Noi di MondoPrimavera.com abbiamo provato a scoprirli utilizzando i dettagliatissimi dati di Footure Lab, contenenti tutti i segreti della squadra neroverde. 

Fase di sviluppo di gioco

Lo stile di gioco dei neroverdi non è basato principalmente sul possesso del pallone: i dati vedono infatti il Sassuolo al 7° posto del Primavera 1 per media possesso palla (50,86%) e addirittura al 14° per volume di passaggi totale (327,5 di media a partita). Contrariamente alla prima squadra di De Zerbi, i ragazzi di Bigica prediligono i passaggi lunghi: sono infatti al 1° posto per il numero di lanci lunghi in relazione al numero totale di passaggi effettuati. Tra i singoli, sotto questo aspetto spiccano Piccinini (43 passaggi di media nei 90'), Bellucci (38,4) e Marginean (36,75), tre giocatori al vertice anche per quanto riguarda la distanza media dei passaggi. Il ritmo con cui circola il pallone non è particolarmente alto (15,08 passaggi di media al minuto), ma in zona offensiva il Sassuolo si distingue nel rapporto ricerca-precisione sulla trequarti: a verticalizzare maggiormente sono ancora Marginean (41,93) e Bellucci (39,36), oltre a Saccani (40,57). Bene anche Mercati e Oddei per quanto riguarda i passaggi effettuati verso l'area di rigore (rispettivamente 5 e 4,19 di media nei 90'). Restando sui singoli, a ricevere il maggior numero di palloni dai compagni è Piccinini (29), seguito da Manarelli (23,75) e Bellucci (22,85). 

Fase offensiva

In queste prime quattro partite di campionato, il Sassuolo ha mostrato una buona efficacia nell'attacco posizionale, senza comunque disdegnare le offensive transitive. A caratterizzare particolarmente la squadra neroverde è il volume di tiri in porta nell'arco dei 90': il Sassuolo è 1°, con Oddei (4,19 tiri di media nei 90’), Mattioli (3,78) e Reda (3,21) sul podio interno. Oddei è inoltre il sesto giocatore di tutto il campionato per volume totale di conclusioni. I cross non vengono sfruttati particolarmente dalla squadra di Bigica (11° posto per media): i giocatori che vi ricorrono maggiormente sono Manarelli a sinistra e Oddei a destra. Rimanendo sui singoli, Mattioli risulta essere il giocatore più presente in area, sia per quanto riguarda la pericolosità (calcolata in xG) sia per i tocchi di palla (6,81 nei 90’), precedendo Reda (5,05) e il già citato Oddei (4,44). Quest'ultimo è anche il giocatore che tenta maggiormente il dribbling: la sua media è di 10 tentativi nei 90', che lo pone al 3° posto di tutto il Primavera 1. Il ghanese spicca anche per la sua media assist (1,23 a partita), a conferma del suo ruolo centrale nel gioco di mister Bigica. 

Fase difensiva

Il Sassuolo è tra le squadre più aggressive di tutto il campionato Primavera 1: si evince analizzando il baricentro di palle recuperate e l'intensità di prima pressione. I neroverdi spiccano anche nel parametro di intensità difensiva (ovvero quanti passaggi concede la squadra prima di un’azione difensiva). I due terzini, Manarelli e Saccani, sono coloro che affrontano più duelli difensivi: un dato interessante riguarda Reda, anche lui nel podio dei giocatori che affrontano mediamente più duelli difensivi. A conferma di questo, risulta anche essere il più falloso (quasi 6 falli a partita). In termini di rischio difensivo, la squadra riesce a mantenere un buon equilibrio, come si evince dal grafico. Il Sassuolo si distingue anche per i duelli aerei: in base alla relazione tra il volume totale e la percentuale di duelli vinti, la squadra neroverde risulta essere sul podio del Primavera 1. In questo dato spicca Marginean, specialmente all'interno della propria area di rigore: il centrocampista rumeno è uno dei giocatori con la maggiore attitudine difensiva del campionato.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 12^ giornata: Da Graca stacca gli inseguitori
Primavera 3, la ripartenza slitta a gennaio?