Primavera 2A

Milan-Virtus Entella, le pagelle dei biancoazzurri: Oliveri e Villa rendono meno amaro il passivo

le pagelle dei liguri

Riccardo Lionetto
30.11.2019 18:10

Siaulys 6: Limita i danni come può. Incolpevole sui 5 goal subiti.

Lai 5.5: Nel primo tempo prova a tamponare le offensive sulla sua fascia. Nella ripresa, però, quando viene puntato soffre davvero tanto. 

Basani 5: Sbaglia palloni elementari, concedendo azioni pericolose ai rossoneri. Subisce le iniziative della manvora avversaria, senza riuscire a trovare le contromisure.

Lipani 5.5: A centrocampo perde il duello, ma è l'unico che ci mette grinta e cattiveria per provare ad arginare la furia del diavolo.

Garbarino 5: Viene infilato con troppa facilità. Arriva sempre tardi sulle chiusure, complicandosi la vita negli interventi.

Bruno 5: Così come il suo collega di reparto, non riesce a chiudere gli spazi al limite dell'area. Si perde Capanni in occasione del primo goal rossonero.

Brunozzi 5: Troppo intimorito. Perde molti palloni nel primo tempo e non riesce a vincere un duello a centrocampo. 

Meazzi 5.5: L'unico giocatore che, nel primo tempo, calcia con convinzione verso Jungdal. Perde però qualche pallone di troppo, generando pericoli per la sua squadra.

Costa 5.5: Un colpo di testa e un passaggio smarcante nel primo tempo, poi il buio. Corre da tutte le parti per cercare un pallone giocabile, ma non viene supportato a dovere dalla manovra. (Dal 73' Oliveri 6: entra col piglio giusto e, nonostante il risultato compromesso, trova il goal del 5-1 e crea qualche grattacapo alla retroguardia di casa).

De Rigo 5: Fuori dai radar del match. Si vede veramente poco.

Buso 5: Non riesce mai a saltare il suo diretto avversario, spreca delle potenziali ripartenze sbagliando le giocate. Da rivedere. (Dal 58' Villa 6: Entra sul 5-0 eppure, insieme agli altri subentrati, dà il 110%, riuscendo a mettere pressione ai rossoneri negli ultimi minuti. Sigla il goal del 5-2 che rende meno amaro il passivo)

Castorina 5.5: Il divario tecnico tra le due squadre si è visto. Nel primo tempo, però, i suoi concedono troppo al Milan, che di certo non si fa pregare e realizza tre reti. Nella ripresa, invece, la squadra si attacca ai subentrati e ritrova un minimo di logica, riuscendo a scalfire la parete rossonera.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 10^ giornata: tutto invariato in vetta. Salgono Piccoli, Sene e Marginean
Hellas Verona-Brescia, le pagelle dei biancazzurri: Abbrandini in stato di grazia, Ruocco ispirato