Sampdoria

Fiorentina-Sampdoria, le pagelle dei blucerchiati: D'Amico scatenato, Raspa reattivo

Fiorentina-Sampdoria: le pagelle dei blucerchiati

11.01.2020 12:27

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Raspa 6,5: il portiere doriano è tra i protagonisti nel 2-2 con la Fiorentina. Sale in cattedra soprattutto nella ripresa, quando tiene a galla i suoi con due ottimi interventi. Si arrende sul colpo di testa di Spalluto che vale il 2-2.

Chrysostomou 5,5: posizionato non esattamente nel suo ruolo, cerca di dare il suo contributo in termini di copertura riuscendo a tratti nel suo intento.

Veips 5,5: gara complicata per lui fin dai primi minuti, quando commette fallo in area causando il rigore poi trasformato da Montiel. Non impeccabile anche sul 2-2 di Spalluto.

Angileri 6: gioca una partita leggermente migliore rispetto al compagno di reparto. Contiene in alcune circostanze gli attacchi viola.

Obert 5,5: soffre il confronto con E.Pierozzi, soprattutto ad inizio ripresa. Sono rare le occasioni in cui si fa vedere in fase offensiva.

Brentan 5,5: prova incolore da parte sua. Tanto nel primo tempo quanto nella ripresa, con la Sampdoria più intraprendente, non riesce ad incidere.

Pompetti 6: primo tempo di sofferenza per lui, che regge a fatica il confronto con i centrocampisti viola. Cresce nella seconda parte della gara.

Siatounis 6: come il compagno di reparto Pompetti, così come tutta la Samp, s fa preferire per grinta e intraprendenza nei secondi quarantacinque minuti.

D’Amico 7: gara dai due volti per l’ex Inter e Chievo. Se ad inizio gara i giocatori viola gli prendono facilmente le misure, nella ripresa è un pericolo costante. Firma l’1-1 su rigore, porta in vantaggio i suoi con la complicità di Dutu e crea sempre pericoli dalle parti di Brancolini.

Yiayi Mpie 5,5: La sua prestazione è da ricordare più o meno solo per la traversa colpita ad inizio gara, che avrebbe potuto regalare ai doriani l’immediato 1-1 dopo il rigore di Montiel.

Prelec 6,5: non molte occasioni, ma gara di grande sacrificio da parte sua. Funge da classica boa, facendo salire la squadra e regalando sponde ai compagni. Si conquista anche il rigore poi trasformato da D’Amico.

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 14^ giornata: Ruocco e Sane a braccetto, nel B a secco tutti i top
Napoli-Juventus, le pagelle degli azzurri: Idasiak e Sgarbi sugli scudi, Labriola molto spento