Fonte: Paganese Settore Giovanile
Primavera 3

Primavera 3, il Girone F è già ad un bivio: Cavese e Paganese si giocano il primato

Scontro diretto in testa alla classifica del Girone F di Primavera 3.

Angelo Zarra
16.04.2021 18:00

Il campionato Primavera 3 - ripreso lo scorso 20 febbraio - è arrivato al giro di boa stagionale. Concluso il girone d'andata lo scorso week end, le 59 squadre che partecipano al trofeo denominato ‘Dante Berretti dal prossimo fine settimana ripartiranno per il girone di ritorno. In tanti raggruppamenti tre o più squadre sono in lotta per il primato ma nel Girone F il discorso inverso con le due battistrada che ormai hanno seminato le inseguitrici e sabato prossimo saranno di fronte per giocarsi di fatto il primato del raggruppamento.

Infatti, con sei vittorie e un pareggio, la Cavese guida la classifica con un punto di distanza sulla Paganese seconda mentre Foggia e Casertana, attualmente terze, hanno solo nove punti e distanti rispettivamente nove e dieci punti dalla testa della classifica. Le due squadre saranno di fronte sabato pomeriggio allo stadio ‘Desiderio’ di Cava dei Tirreni per giocarsi non solo il primato ma di fatto una fetta importante per partecipare alla Final Four scudetto.

La partita d'andata, giocata a fine ottobre, ha offerto uno spettacolo senza pari per la categoria e i blufoncè riuscirono a spuntarla per 2-3 sul campo di Pagani. Ma da quella partita sono cambiate tante cose: dalla ripartenza di febbraio gli azzurrostellati di mister Matrecano hanno di fatto bottino pieno vincendo tutte le gare del girone d'andata mentre i blufoncè hanno frenato solo sul campo della Juve Stabia, proprio nella seconda giornata.

Allo stadio ‘Desiderio’ ci si attende una partita spettacolare da due squadre collaudate allenate da Perrella e Matrecano, due tecnici estremamente esperti della categoria e formate da giocatori importanti. Zerlenga, Capasso, Cianciulli e Del Gesso da una parte; Naddeo, Vaccaro, Orefice e Bocchetti dall'altra. 

La Cavese può giocare su due risultati perchè in caso di vittoria può allungare a quattro punti di distanza ma in caso di parità vedrebbe le distanze intatte ma avrebbe il vantaggio del fattore casa. La Paganese invece, in caso di vittoria potrebbe scavalcare i diretti avversari e avere il proprio destino nelle proprie mani. Una partita ovviamente non decisiva, le squadre avranno margine per tentare di recuperare ma che potrebbe spostare gli equilibri, forse in maniera definitiva, da una parte o dall'altra.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 28^ giornata: invariato in vetta, Di Stefano aggancia Prelec
Cagliari, dopo Carboni ecco il rinnovo per Delpupo: i dettagli