Generiche

Tra alto tasso d'abbandono e talento disperso: la crisi dei vivai del calcio italiano

Il focus del Corriere dello Sport sui giovani

Simone Negri
09.04.2021 13:27

Il Corriere dello Sport oggi in edicola propone un approfondimento sui settori giovanili del calcio italiano. In particolar modo, il quotidiano sportivo si sofferma sulle scuole calcio e sulla difficoltà che i giovani affrontano per arrivare in Serie A. Con uno sguardo anche verso le Nazionali giovanili azzurre. Di seguito il testo integrale del focus del Corriere

Diminuiscono le squadre giovanili, aumenta il tasso di abbandono nella fascia d'età 12-13 anni, le scuole calcio sono luoghi sempre più esclusivi (una retta annuale arriva a costare 700-800 euro), il talento si disperde senza approdare in Serie A (solo 7 calciatori italiani della Primavera 2018-19 hanno disputato almeno il 50% delle gare di questa stagione) e i ”figli d'arte" - in passato delle mosche bianche - sono ormai una consuetudine. A tutto questo fa da contraltare una Nazionale dall'età media mai così bassa (25 anni) e le giovanili azzurre che, dal 2017, hanno conquistato 4 podi nelle varie competizioni. Ma non basta. Il gap con i competitor internazionali esiste: ad esempio l'Under 21 di Paolo Nicolato era la meno “esperta”, in termini di minutaggio dei singoli campionati top, tra le partecipanti alla seconda fase dell'Europeo. 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 22^ giornata: Olzer e Prelec in doppia cifra, salgono anche Baldanzi e Raul Moro
Primavera 3, Fermana-A.J. Fano 0-1: vittoria di misura con eurogol di Falasconi