Primavera 2A

[FINALE] - Primavera 2A, Hellas Verona-Virtus Entella 2-3: i gialloblù non completano la rimonta, seconda vittoria di fila per i liguri

Primavera 2A, la cronaca live di Hellas Verona-Virtus Entella

Giacomo Mozzo
25.01.2020 00:30

VUOI ACQUISTARE L'ALMANACCO DE 'LA GIOVANE ITALIA' E AVERE UNO SCONTO? SCOPRI COME!

 

Una per ripartire dopo una bruciante sconfitta, l’altra per dare continuità ad una scintillante vittoria. È con questo stato d’animo che si presentano Hellas Verona Virtus Entella al match valevole per la terza giornata di ritorno del campionato Primavera 2A. Gli scaligeri vogliono riprendersi in seguito al secco 0-2 subito contro la SPAL: dopo i due anticipi di ieri, sono scivolati momentaneamente al terzo posto in graduatoria, sopravanzati di due punti dalla stessa formazione estense e avvicinati dall’Udinese. La squadra di Gianpaolo Castorina, dal canto suo, vuole proseguire la propria marcia dopo il roboante 7-2 rifilato al Brescia, successo che ha interrotto la striscia di tre sconfitte consecutive in cui era incappata prima della sosta. Un saluto da MondoPrimavera.com, benvenuti a Hellas Verona-Virtus Entella: fischio d’inizio del match alle ore 14:00.

CRONACA:

La Virtus Entella espugna l'Antistadio Guido Tavellin, conquistando il secondo successo consecutivo in campionato. Nel 3-2 ai danni dell'Hellas Verona, decisive le marcature di Costa (autore di una pregevole doppietta) e Meazzi, mentre per i gialloblù sono state inutili le reti di Lucas Felippe dal dischetto e Sane. Per i biancocelesti di Gianpaolo Castorina una prestazione di sacrificio e abnegazione, intelligenza e qualità, con una difesa ordinata ed una splendida gestione delle ripartenze. Per i ragazzi di Nicola Corrent, invece, arriva il secondo stop consecutivo, dopo quello di Ferrara: e ora la situazione di classifica preoccupa un po', con il sorpasso operato dalla SPAL e l'Udinese dietro di un solo punto.

In avvio di match, come da copione, è il Verona a tenere maggiormente il comando delle operazioni, ma rispetto ai giorni migliori il pallone gira con meno velocità e la manovra si rivela piuttosto prevedibile. Così, dopo un sinistro di Pierobon di poco alto sopra la traversa, è sugli sviluppi di palle inattive che gli scaligeri creano le migliori occasioni per passare, con un colpo di testa di Calabrese a lato e, in particolare, il clamoroso palo colpito da Lucas, con un sinistro a giro sopra la barriera che aveva lasciato di sasso Gragnoli. Gli ospiti, dal canto loro, si difendono con ordine e senza troppi patemi, mostrando compattezza ed organizzazione, senza rinunciare a ripartire con efficacia e alzando talvolta il pressing sul primo possesso dell'Hellas. Proprio in uno di questi frangenti nasce, poco prima della mezz'ora, la più ghiotta occasione per i liguri: Esajas sbaglia un dribbling al limite della propria area, si fa scippare il pallone da Sakhi, che viene poi steso in area da Ciezkowski. Per Luciani è rigore: alla battuta si presenta De Rigo, il quale si fa però ipnotizzare dall'estremo difensore polacco, che si tuffa sulla propria sinistra e respinge la conclusione del 10 ospite. È però solo il preludio del vantaggio dell'Entella, che arriva solo tre minuti più tardi, quando Basani mette al centro un preciso pallone rasoterra, su cui si avventa Costa, che con un colpo di interno destro insacca sotto l'incrocio. A questo punto, il Verona, dopo aver colpito un altro legno direttamente su punizione (stavolta con Bertini), rischia più volte di sbandare: su due sanguinose palle perse in mezzo al campo, prima De Rigo spreca a tu per tu con Ciezkowski (ancora prodigioso a deviare in corner), poi Costa non perdona, realizzando con un potente diagonale di destro la rete del 2-0 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Alla ripresa, i due tecnici decidono di non operare alcun cambio. L'Hellas riprende ad elaborare il proprio fitto possesso palla, ma l'Entella è sempre molto insidiosa nelle azioni di ripartenza. È sul lato destro d'attacco che gli ospiti portano i maggiori pericoli alla retroguardia scaligera: Bruno e Brunozzi si rivelano più volte imprendibili e le loro azioni portano al tiro prima Costa, che sfiora la personale tripletta colpendo una clamorosa traversa da fuori, poi Meazzi, il più rapido ad avventarsi su un tiro rimpallato a Sakhi per andare a siglare la rete del 3-0. Sul triplo vantaggio, la formazione di Castorina commette forse l'errore di abbassare un po' troppo il baricentro e di gestire con meno lucidità alcune buone situazioni di contrattacco, esponendosi alla veemente reazione dei gialloblù. Nel giro di quattro minuti, l'Hellas riapre incredibilmente la gara. Al minuto 77, al termine di un'azione molto insistita in area, Bruno stende Pierobon e Luciani fischia il secondo rigore del pomeriggio: Lucas Felippe è glaciale dagli undici metri e trasforma con un pregevole cucchiaio. Poco dopo, Yeboah anticipa tutti di testa su una punizione da sinistra, Gragnoli si supera, ma sul tap-in il più lesto è Sane, che firma di forza il 2-3. Il forcing della squadra di Corrent si fa a questo punto indiavolato, ma Pierobon spara alto con il destro da buona posizione e Lucas, giù in area a contatto con un difensore, viene ammonito per simulazione dall'attento Luciani. I padroni di casa non ne hanno più, e sull'espulsione di Calabrese (fallo da ultimo uomo ai danni di Oliveri) cala il sipario su una partita dalle mille emozioni. L'Entella porta a casa altri 3 punti, dando continuità al 7-2 sul Brescia di una settimana fa. Il Verona, invece, si interroga su questo periodo di appannamento, ma già mercoledì i quarti di finale di Coppa Italia possono essere l'occasione per un pronto riscatto.

 

IL TABELLINO DI HELLAS VERONA-VIRTUS ENTELLA

Marcatori: 31’ Costa (VE), 44’ Costa (VE), 72' Meazzi (VE), 77' Lucas Felippe rig. (HV), 81' Sane (HV)

Hellas Verona: Ciezkowski, Amayah, Udogie, Esajas, Lucas Felippe, Calabrese, Bertini (70' Bernardinello), Turra (63' Zingertas), Sane, Pierobon, Yeboah. A disposizione: Aznar, Gresele, Bracelli, Coppola, Bernardi, Terracciano, Squarzoni, Florio, Fontana. Allenatore: Corrent.

Virtus Entella: Gragnoli, Bruno, Basani, Lipani, Garbarino A., Grosso, Brunozzi, Meazzi, Costa (83' Oliveri), De Rigo (65' Villa), Sakhi. A disposizione: Di Stasio, Garbarino L., Lai, Pietrelli, Popovici, Rosset, Scaldarella, Verardo, Laganaro. Allenatore: Castorina.

Ammoniti: Ciezkowski, Brunozzi, Bruno, Lucas Felippe, Bernardinello

Espulso: Calabrese al 90+2'

Arbitro: Francesco Luciani (sez. Roma 1); assistenti: Marco Cerilli (sez. Latina) e Matteo Pressato (sez. Latina).

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 18^ giornata: i big restano a secco, tutto invariato nei due Gironi
Primavera 2B, Salernitana-Frosinone 2-1: prima affermazione interna dei granata, ciociari ko