Atalanta

Un 2019 da ricordare: l'Atalanta trionfatrice di scudetto e Supercoppa

Si conclude un anno da Re per i nerazzurri

Asia Ortelli
30.12.2019 22:30

ISCRIVITI AL LABORATORIO DE 'LA GIOVANE ITALIA'

2018-2019: stagione da incorniciare per la formazione di mister Brambilla che ha completato un percorso perfetto, o quasi. Vittoria dello scudetto dopo decine d'anni, vittoria della Supercoppa e prima partecipazione alla Youth League. Se c'è da trovare l'intoppo sul cammino è la sconfitta in Coppa Italia contro la Fiorentina, che diventerà poi trionfatrice del trofeo.

Con 67 punti, a +11 sull'Inter, l'Atalanta ha concluso lo scorso campionato decisamente in testa alla classifica, qualificandosi così alle semifinali playoff. Proprio lì affronterà il Torino che non gli permetterà di sottometterli dominando la partita, anzi, i nerazzurri sudano e si qualificano alla Finale vincendo 4-3 dopo i supplementari. Contemporaneamente, l'Inter batte per 3-0 i giallorossi. Lo scudetto se lo contenderanno dunque le nerazzurre; Atalanta e Inter. Il giorno della finale è il 14 giugno 2019 e si disputa nello stadio Ennio Tardini di Parma. Partita non delle migliori per entrambe le formazioni, ma nei minuti finali Colley di personalità porta in vantaggio i suoi e permette a Zortea (capitano in assenza di Colpani e Del Prato) di alzare la coppa dello Scudetto che mancava dal 1998.

Le gioie alla fine di quella stagione non sono concluse; l'Atalanta può festeggiare la qualificazione dei "big" in Champions League che porterà di conseguenza i ragazzi della Primavera a disputare per la prima volta nella storia la Youth League.

Arriviamo alla stagione in corso, tanti i giocatori che hanno lasciato la maglia per approdare in campionati di serie B o C (chi anche in serie A come Kulusevski), ma i ragazzi di mister Brambilla mantengono la forza del gruppo colmando con altri giovani non da meno. Colley, Traore, Cortinovis, Okoli, sono solo alcuni dei nomi che spiccano agli occhi di tutti.

Tornando alla Youth League, l'Atalanta ai sorteggi finisce nel girone C con Dinamo Zagabria, Shakhtar Donetsk e Manchester City. Il debutto lascia l'amaro in bocca: sconfitta per 1-0 in casa dello Zagabria. Neanche un mese dopo arriva però il pareggio per 2-2 contro gli ucraini che fa ben sperare i nerazzurri in vista del big match con il City. 22 ottobre 2019, arriva la prima grande vittoria bergamasca nella competizione europea: 3-1 in trasferta su un campo difficile come quello inglese, i ragazzi di mister Brambilla dimostrano di meritarsi il posto tra le grandi e lo ripetono battendo anche nel ritorno il Manchester City per 1-0 a Zingonia. Con la vittoria per 2-0 contro i croati, l'Atalanta consacra il campo casalingo come imbattuto in Europa e si qualifica agli ottavi di finale. L'ultima vittoria contro lo Shaktar blinda anche il primo posto nel girone.

Nel frattempo arriva anche il momento della Supercoppa: l'Atalanta trionfatrice dello scudetto contro la Fiorentina detentrice della Coppa Italia. Nella suggestiva cornice del Gewiss Stadium scendono in campo le due formazioni. Il primo tempo finisce sul pareggio per 0-0, ma in 5 minuti la storia cambia: al rientro in campo la apre Piccoli con un gol al 55'. Ci pensa subito Bobby Duncan su rigore a pareggiare i conti per i viola, la Dea non ci sta e dopo solo 3 minuti il centrocampista nerazzurro Gyabuaa firma il gol che vale la vittoria bergamasca. L'Atalanta alza il secondo trofeo del 2019, i nerazzurri alzano al cielo la Supercoppa.

Non si dimenticherà facilmente la stagione appena conclusasi per i nerazzuri che hanno battuto ogni limite, si sono dimostrati la squadra in assoluto da battere ed ora continuano questo cammino verso l'alto, perchè quella è la loro unica destinazione.

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 18^ giornata: i big restano a secco, tutto invariato nei due Gironi
Cagliari, ecco la stella Masala: dall'Academy alla Primavera con due anni d'anticipo