Primavera 1

Cagliari-Napoli, le pagelle dei partenopei: Boffelli si riscatta dopo l'errore, non basta il gol di Gioielli

Primavera 1, le pagelle di Cagliari-Napoli

01.10.2022 13:00

Boffelli 6.5: pesa molto l'errore sul gol che apre i giochi realizzato da Masala. Si riscatta però con almeno tre interventi decisivi nel corso della gara. 

Hysaj 5,5: soffre tanto gli attaccanti del Cagliari, soprattutto nel primo tempo. Cresce insieme a tutto il reparto nella ripresa.

Barba 5,5: vale lo stesso discorso di Hysaj. Primo tempo molto sofferente, meglio nella ripresa.

Obaretin 5,5: soffre le incursioni degli attaccanti veloci del Cagliari nel primo tempo. Meglio nella ripresa.

Gnigue 5,5: fatica molto in fase difensiva, soprattutto nel primo tempo. Arriva poche volte al cross, quando prova il suggerimento per i compagni è spesso impreciso. Dal 67' Boni 6: entra bene in campo, con il giusto piglio.

Iaccarino 6: solito motorino instancabile in mezzo al campo. Poco cinico sotto porta quando colpisce il palo da solo davanti a Lolic.

Gioielli 6,5: tanta corsa in mezzo al campo, trova un bellissimo gol di testa che riporta a galla il Napoli per pochi minuti.

Campa 5,5: partita fatta di tanto cuore e sacrificio. Fatica in fase difensiva insieme a tutto il resto del reparto. Dal 73' Giannini 6,5: entra in campo determinato, con due conclusioni da lontano costringe Lolic a due parate difficili.

Spavone 5,5: fatica ad accendersi tra le linee; una gara di grande sacrificio. Dal 73' De Pasquale 6: concentrato, bravo a muoversi tra le linee.

Maranzino 6,5: primo tempo non pervenuto, cresce nella ripresa dove sale in cattedra. Tanto lavoro sporco per la squadra, colpisce la traversa a Lolic battuto. Dal 89' Russo s.v.

Rossi 6: tanto lavoro sporco ma fatica a rendersi pericoloso in avanti. Si riscatta con il cross preciso da calcio d'angolo sui Gioielli trova la giocata vincente.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: Burnete è capocannoniere, Bruno e Montevago sul podio
Inter-Atalanta, le pagelle dei nerazzurri: Fontanarosa un muro, Curatolo entra e spacca la partita.