Parma

Dal fallimento all'esordio: Adorante debutta con la maglia del Parma

Il giovane attaccante arrivato dall'Inter debutta tra i Pro in Coppa Italia

Simone Brianti
05.12.2019 20:02

Adorante

Per Andrea Adorante nato a Parma il 5 Febbraio del 2000, quella di stasera in Coppa Italia contro il Frosinone, non è stata una partita come le altre. A distanza di alcuni anni dal fallimento della società crociata, il talento parmense ha dovuto lasciare casa per trasferirsi a Milano sponda nerazzurra, ed oggi, dopo essere tornato in estate dall'Inter, ha fatto il suo debutto tra i professionisti. Un'emozione grandissima per il ragazzo nato e cresciuto proprio nel settore giovanile della società ducale, con la quale aveva anche sfiorato lo scudetto perdendo in finale proprio contro l'Inter. L'esordio davanti ai suoi tifosi e familiari non può che essere un dolce ricordo della carriera di Adorante pronto a spiccare il volo nel calcio dei grandi. Dopo la sfortunata stagione che lo ha visto protagonista con la maglia dell'Inter e la rottura del crociato, ha lavorato tanto per tornare e si è fatto trovare pronto per questa sfida di Coppa Italia. Mister D'Aversa stupisce tutti e lo manda in campo dal 1', dopo un attimo di emozione il classe 2000 si scoglie e disputa un buon match. Ad inizio ripresa sfiora il gol in ben due occasioni: la prima dopo uno scambio con Siligardi prova il mancino che termina a lato, successivamente con il destro a giro da fuori area sfiora l'incrocio, per un gol che sarebbe potuto essere un gioiello sotto la Nord dei tifosi crociati. Viene poi sostituito dal coetaneo Kulusewksi al 70'. La strada è lunga, i margini di miglioramento sono tanti ma Adorante lavora sodo per farsi trovare nuovamente pronto per la prossima occasione. Dal fallimento all'esordio con la maglia crociata, Adorante inizia la sua carriera sul terreno di "casa". 

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 14^ giornata: Ruocco e Sane a braccetto, nel B a secco tutti i top
Benevento, Inzaghi pesca dalla Primavera: convocato Solimeno