Inter

Cagliari-Inter, le pagelle dei nerazzurri: Oristanio il più pericoloso, Vezzoni magistrale

Le pagelle dell'Inter

Lorenzo Trocino
06.02.2021 14:20

Magri s.v: (dal 9^ Rovida 6: si fa trovare pronto all'esordio, incolpevole sul calcio di rigore subito che riesce ad intuire ma non a respingere)

Tonoli 6: poco partecipe a livello offensivo, diligente e ruvido quando serve, in fase difensiva.

Vezzoni 7: grandissima partita del terzino sinistro nerazzurro, sempre presente sull'out di sinistra, sia in difesa che in attacco. Recupera molti palloni e fa spesso ripartire la squadra, magistrale!

Sottini 6.5: sempre ordinato e preciso in fase di costruzione, attento e pulito in fase difensiva.

Kinkue 6: nonostante qualche incertezza  e alcune scelte sbagliate ad inizio gara è stato attento e ordinato per il resto della partita.

Sangalli 6: partita ordinata e tranquilla per il mediano nerazzurro che non si inventa grandi giocate ma sbaglia poco.

Squizzato 5,5: non una delle sue migliori prestazioni, partita anonima senza grandi giocate o idee. (dal 71^ Jurgens 6: entra nel corso di una partita che aveva già preso la sua piega, tocca pochi palloni e non ha occasioni concrete).

Casadei 6: buona partita del centrocampista nerazzurro, sbaglia poche scelte e recupera spesso palla.

Fonseca 6,5: trasforma il calcio di rigore portando la gara in pareggio, è il più propositivo in avanti insieme ad Oristanio (dal 45^ Mirarchi 6: poche volte pericoloso se non nel finale del match, sbaglia poco senza mai entrare però nel vivo della partita)

Oristanio 7: migliore in campo insieme a Vezzoni, è decisamente l'uomo che mette più in difficoltà la retroguardia rossoblu con repentine accelerazioni e pericolose conclusioni da fuori. (dal 71^ Peschetola 6: come Jurgens ha poche occasioni di mettersi in mostra, tocca pochi palloni senza incidere).

Satriano 5,5: partita anonima, non entra mai realmente nel vivo del gioco e non si rende mai pericoloso.

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 13^ giornata: Munteanu guadagna un paio di posizioni
Pordenone-Parma, le pagelle dei ramarri: si salvano in pochissimi