Primavera 1

"11 e Lode" - Primavera 1, la Top 11 della stagione

Top 11 Primavera: i migliori della stagione

23.05.2022 19:00

Appuntamento finale per questa stagione con la rubrica "11 e Lode", dedicata questa volta ai migliori della regular season del Campionato Primavera 1. Un'annata spettacolare che ha regalato tante emozioni e sorprese e che si concluderà, a partire da martedì con i play-off che consegneranno la squadra campione d'Italia della categoria. Ma ora è tempo di premiare i ragazzi che si sono distinti per talento e prestazioni sul campo, regalando gioie ai propri tifosi. Chi si sarà guadagnato una maglia da titolare nella nostra formazione? Non perdiamo altro tempo, iniziamo oggi con i portieri e i difensori per poi passare domani ai centrocampisti ed infine lunedì, con gli attaccanti. Questi i giovani scelti dalla redazione di MondoPrimavera.com:

PORTIERE

Mastrantonio (Roma): i numeri sono dalla sua parte. Punto fisso dei giallorossi, leader della difesa che ha saputo dare continuità alle sue prestazioni durante il campionato. 

DIFENSORI

Mulazzi (Juventus): quest'anno ha dimostrato grande duttilità, capace di coprire tutti i ruoli della fascia destra. Ha iniziato come terzino destro ma anche come esterno di centrocampo si è mostrato subito a suo agio e i numeri parlano per lui: ben sette le reti realizzate.

Palomba (Cagliari): il “re delle due aree”. Straordinaria struttura fisica, bravo negli anticipi e nella letture dei passaggio ma bravo anche in zona offensiva con tantissime reti realizzate.

Flamingo (Sassuolo): statistiche impressionanti. Quattordici gol in trentadue presenze di cui sette su rigore dove ha dimostrato grande freddezza. Un difensore da calcio totale, leader della difesa di Bigica e ormai pronto al grande salto.

Simone Pafundi, il classe 2006 convocato da Mancini

CENTROCAMPISTI

Casadei  (Inter): numeri impressionanti per un centrocampista con statistiche da attaccanti. Un centrocampista a tutto tonto, bravo sia da mezz'ala che da trequartista aggiunto all'attacco. Ottimo il lavoro di mister Chivu che quest'anno è cresciuto tantissimo.

Volpato (Roma): quest'anno ha mostrato grande personalità, come dimostra la rete tra i professionisti contro l'Hellas. Leader tecnico della capolista, mister De Rossi nei momenti difficili del girone di ritorno si è aggrappato ai numeri negli ultimi sedici metri dell'italo-australiano.

Sidibe (Atalanta):  grandissima annata per il centrocampista nerazzurro chiamato a sopperire una vera e propria prima punta in casa bergamasca. Quindici gol realizzati quest'anno, uno dei protagonisti delle fasi finali che inizieranno martedì.

Corradini (Fiorentina): Aquilani gli ha spostato il ruolo, lo ha avanzato e ha dimostrato di essere in grado di incidere sia da regista che da trequartista. Sempre freddo dal dischetto, leader carismatico dei viola. Pronto al salto tra i professionisti.

ATTACCANTI

Ambrosino (Napoli): Capocannoniere della competizione, con una maglia importante come quella partenopea seppure in Primavera ha svolto un lavoro importante, non solo sotto porta ma anche di raccordo e di sacrificio per la squadra.

Nasti (Milan): Trascinatore di un Milan che ha conquistato la permanenza nell'ultima giornata. Anima e leader dei rossoneri, si è preso molte volte la squadra sulle spalle come nell'ultima giornata. Meritevole di maggiore spazio in prima squadra, la prossima sarà la stagione più importante per il suo futuro.

Di Stefano (Sampdoria): da fuoriquota, ha mostrato una maturità per nulla scontata in Primavera 1. Coppia quasi perfetta con Montevago, è stato più volte leader in campo e trascinatore di una Samp che è rimasta nelle zone alte della classifica per tutta l'annata e ha strappato al fotofinish la qualificazione ai play-off.

PANCHINA

Passiamo ora alla nostra panchina ‘virtuale’. Il numero dodici della nostra formazione è Senko. In pratica sempre in campo quest'anno, si è affacciato più volte anche tra prima squadra e Under  23. Struttura fisica impressionante ma riesce ad unire anche un'ottima agilità. In difesa impossibile non inserire Franco Carboni, quest'anno convocato dalla Nazionale maggiore argentina. Un regista esterno, tantissimi assist forniti: nove per la precisione. L'altro difensore è Ndiaye, terzo di difesa molto forte fisicamente e bravo ad accompagnare l'azione. Tra i centrocampisti spazio a Duccio Degli Innocenti, leader e punto di riferimento di un Empoli campione d'Italia che è riuscito - nonostante i tanti impegni stagionali - a conquistare la salvezza dopo una parte centrale di campiona difficile. Con il metronomo dell'Empoli c'è Catalin Vulturar, centrocampista estremamente giovane e allo stesso modo anche molto carismatico, leader di un Lecce che non ha mai mollato fino a conquistare nel rush finale la salvezza. Due bocche da fuoco per l'attacco. Il primo è Voelkeling Persson, un giocatore che ha dimostrato di essere un calciatore bravo più che da finalizzatore come uomo squadra, bravo a collegare e fare da braccetto tra i reparti. L'altro è Chibozo, titolarissimo di Bonatti che è stato bravo a trasformare da esterno offensivo a punta centrale. Un leader, un moto perpetuo, un capitano aggiunto tra i bianconeri pronto a salto nell'Under 23.

[FOCUS] - Giovani tra giovani, Atalanta: Shakur Omar
Mihajlovic lancia un Bologna rossoblù-verde: 5 under in campo contro il Genoa