Primavera 1

Sampdoria, Invernizzi: "Difficile la ripresa del Campionato Primavera, resto positivo per settembre"

Le parole del Responsabile del settore giovanile della Sampdoria sul Primavera

Simone Brianti
01.05.2020 18:00

Invernizzi Sampdoria

Sono passati ormai due mesi dall'ultimo match giocato per quanto riguarda il settore giovanile delle squadre professionistiche. Mesi di attesa, di quarantena e anche di dubbi riguardanti il futuro delle varie società vista la delicata situazione sanitaria che ha colpito tutto il mondo. La Serie A sta trovando difficoltà nel poter riprendere l'attività, quindi si presume che a livello giovanile il calcio si fermerà almeno fino all'inizio della nuova stagione, ma certezze o notizie ancora non ci sono e non ci resta che aspettare cosa decideranno gli organi competenti. A tal proposito ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com anche il responsabile del settore giovanile della Sampdoria Giovanni Invernizzi: "Nutro parecchi dubbi sul fatto che si possa riprendere, ci sono tante cose da valutare oltre a tutti gli accorgimenti che dovrai adottare come una prima squadra. Già le stesse squadre di A hanno difficoltà ad avere centri sportivi che possono essere idonei alle raccomandazioni e agli accorgimenti dei medici per questo Covid-19". Parole sicuramente che non lasciano sperare a nulla di positivo, almeno nel breve periodo, quelle di Invernizzi, che si auspica si possa riprendere con l'attività giovanile dopo l'estate: "Il mio augurio è poter vedere la ripresa di tutta l'attività per Settembre, quando inizieranno anche le scuole. Me lo sono posto come pensiero positivo". 

Andando più nello specifico, la Primavera di mister Cottafava stava lottando per un posto nei playoff che sarebbe stato un bel traguardo per i blucerchiati. Una squadra con ottime individualità e che Cottafava ha fatto girare al meglio anche nel gioco e nelle varie situazioni nonostante i diversi ragazzi sotto età e i tanti volti nuovi del mercato estivo. Di questo ha parlato molto positivamente anche il direttore Invernizzi: "Mister e diversi ragazzi nuovi, era normale un inizio un pò altalenante, sono contento però del lavoro svolto e delle qualità che la squadra ha saputo tirar fuori partita dopo partita e i dieci risultati utili consecutivi ne sono la dimostrazione". Infine Invernizzi ha espresso parole al miele per alcuni dei giovani della Primavera e che magari potremmo vedere in prima squadra in futuro, stiamo parlando di D'Amico, Prelec e a sorpresa del baby Leone, ragazzo di talento dell'Under 15 di cui si parla un gran bene e che la Sampdoria sta cercando di coccolarsi e di tenersi stretto, nonostante già qualche società abbia già messo gli occhi sull'attaccante blucerchiato. "Leone - ha concluso Invernizzi - ha talento, mezzi tecnici e doti fisiche. La Sampdoria crede in lui però si parla sempre di un ragazzo di quindici anni e come tale deve vivere la vita, gli allenamenti e le partite con spensieratezza, gioia e in parte anche con incoscienza".

 

Mattia D'Agostino, la spinta 'dance' per l'Ascoli
Torino 2014/15, il cuore granata sul tetto d'Italia