Storia nella competizione

0

5

Per il secondo anno consecutivo la Salernitana prenderà parte al Viareggio Cup. La passata annata i granata sono stati chiamati a pochi giorni dalla competizione toscana per sostituire il Nania e chiuderà all’ultimo posto del Girone 3 insieme all’APIA Leichhardt, dietro ad Inter e Parma, con un solo punto conquistato proprio contro gli austriaci nella seconda giornata. Sarà la quinta volta per la Salernitana nel Torneo di Viareggio. Nel 2003 i granata chiuserò al secondo posto con sei punti ma non servirono per poter approdare alla fase eliminatoria.

Entra in campo di Parma e Salernitana, di fronte nella scorsa edizione del Viareggio Cup

La parata del portiere granata Capasso su punizione di Mastaj in Parma-Salernitana

Cammino Stagionale

La stagione della Salernitana è stata molto turbolenta. La dirigenza granata ha chiamato la guida tecnica della formazione Primavera per ben tre volte. Attualmente sulla panchina dei campani siede Roberto Beni, annunciato dalla società all’inizio del girone di ritorno del Primavera 2 e subentrato a Gigi Genovese, tornato dopo soli due mesi in prima squadra per occupare il ruolo di preparatore. La formazione granata dopo diciotto giornate occupa l’ultimo posto nel Girone A del Primavera 2 con soli dieci punti conquistati. Nelle ultime sei gare la squadra di Beni ha raccolto cinque punti frutto di due sconfitta, tre pareggi ed una vittoria, arrivata in casa contro il Cittadella.

Statistiche Attacco & Difesa

  • Attualmente ultima in classifica nel campionato Primavera 2/A, con 10 punti.
  • La Salernitana è penultima per gol fatti nel campionato (17) e il miglior marcatore è Carmine Iannone (classe 2001), con 3 reti.
  • Risulta ultima, con 38 gol, nella speciale classifica dei gol subiti.
  • È ultima per differenza reti totale (-21), per punti conquistati in trasferta (2), e nona per quelli conquistati in casa (8).
  • In rosa non sono presenti stranieri (il 18,5% della rosa).
  • Età media: 18,4

Paragrafo Tattico

Fin dal suo arrivo sulla panchina della Salernitana, Roberto Beni ha costruito la propria squadra con il tradizionale 3-5-2. Davanti al 2000 Russo, il trainer granata ha costruito una difesa formato da Granata, Galiano ed il 2002 Di Micco, promosso dall’Under 17 e titolare nelle ultime quattro uscite stagionali in campionato. Il pilastro di centrocampo è Marino affiancato da Volpe e Di Battista nel ruolo di mezz’ali. Sugli esterni mister Beni preferisce schierare due laterali di difesa: sulla destra tra le preferenze del tecnico c’è De Foglio mentre a sinistro c’è Sette. In attacco la coppia è formata da Iannone e De Sarlo, attaccante esperto e alla terza stagione nel campionato Primavera dopo l’esperienza all’Avellino di due anni fa.

Da tenere d’occhio

Pasquale De Sarlo è uno dei talenti più importanti della rosa di mister Beni. L’attaccante nelle ultime uscite stagionali non sta trovando molto spazio ma la sua lunga esperienza nel campionato Primavera potrebbe essere l’arma in più in questo Viareggio Cup. Da tenere sotto controllo anche Carmine Iannone che ha realizzato ben tre reti quest’anno in dodici presenze e Matias Di Battista, metronomo del centrocampo e reduce da sei mesi in prestito al Monterosi, in Serie D, lo scorso anno.

Leave a Reply