Nazionali Giovanili

Italia-Olanda, le pagelle degli azzurrini: Fagioli MVP, bene anche Brancolini e Piccoli

Manuel Contartese
06.09.2019 22:01

 

Brancolini 6,5 Ottima prestazione quella del portiere gigliato, che oggi si è contraddistinto con diverse buone parate, soprattutto nel primo tempo. Incolpevole sulle due reti, fa del suo meglio per consentire alla squadra  di terminare il match in vantaggio.

Bouah 6,5  La fascia destra è il suo territorio, ed anche oggi ha dimostrato di saper dare un apporto tangibile alla manovra. Suo il cross da cui nasce l'1-0 di Fagioli, suoi gli assist su cui Piccoli, nella prima frazione, impensierisce Koorevaar. Bene anche in fase di copertura. (dal 77' Ponsi 5,5 Ammonito dopo un paio di minuti dal suo ingresso, nonostante la sua freschezza non riesce a dare lo stesso contributo del compagno di squadra.)

Bonini 6  Prestazione sufficiente quella del centrale dell'Entella, che per più di un'ora respinge ottimamente gli assalti degli attaccanti olandesi. Non si mette particolarmente in mostra, limitandosi ad interventi puliti e decisi laddove necessario. (dal 67' Brogni 6 Prosegue, in sostanza, il lavoro del compagno per cui subentra, senza particolari picchi nè in alto nè in basso.)

Okoli 6 90 minuti giocati su un buon livello generale, nonostante qualche sbavatura qua e là e qualche errore grossolano che avrebbe potuto condannare la squadra. Si intende alla perfezione con tutti i compagni di reparto, gestendo la situazione con tranquillità e difendendo con tenacia.

Gozzi 6 Buoni i primi 45' del difensore bianconero, che con Okoli sembra costruire una vera e propria muraglia di fronte alla porta di Brancolini. I suoi errori, tuttavia, si sentono: basti pensare alla punizione dal limite concessa agli Orange, per la quale molti stavano chiamando a gran voce il rigore.(dal 45' Armini 5,5 Con il suo ingresso la difesa italiana sembra diventare più fragile: peccato, perchè non gioca male, ma viste le sue qualità ci si aspettava qualcosina in più.)

Rovella 6 Partita di sostanza la sua, combattuta a centrocampo contro ragazzi che, almeno sulla carta, sono fisicamente avvantaggiati rispetto a lui. Ma nonostante ciò lotta su ogni pallone circoli per la sua zona di campo, arrivando, nel finale, ad avere anche una diatriba con i giocatori avversari, fortunatamente stroncata sul nascere dall'arbitro.

Petrelli 6,5  La sua incornata è un fulmine a ciel sereno per gli olandesi, da poco tornati in partita con il gol di Timber. Gioca una buona partita, inserendosi spesso in area a dare man forte a Fagioli e Piccoli: e visti i risultati, è stata una scelta ottima(dal 67' Salcedo 6 Rispetto a Petrelli interpreta in modo più "scolastisco" il ruolo di esterno, trovandosi spesso in posizione buona per il cross. Si incaponisce un po' troppo, però, nel cercare il dribbling, e questo lo penalizza, visti i palloni persi.)

Gyabuaa 6  Partita giocata nell'ombra quella del centrocampista orobico, che si fa notare poco in fase di attacco a vantaggio di un'ottima fase difensiva e di costruzione. Fa valere la sua fisicità contro i pari età olandesi, recuperando diversi palloni in mediana e strocando sul nascere alcune azioni potenzialmente pericolose.(dal 86' Cortinovis sv)

Riccardi 6  Nonostante l'errore da pochi passi su assist di Piccoli, la sua rimane comunque un ottima prestazione. Spesso cercato dai compagni in fase di ripartenza, fa molto bene da collante tra attacco e difesa, inserendosi e rientrando con i tempi giusti. (dal 86' Ghislandi sv)

Fagioli 7 Gol e assist per il giovane attaccante bianconero, che si conferma un ottimo giocatore. Prima appoggia in rete il cross al bacio di Bouah, poi, battendo una punizione dalla destra, permette a Petrelli di insaccare uno splendido gol. Insomma, una partita che per lui è stata vetrina di tutte le sue ottime qualità. (dal 77' Greco 6 Il suo ingresso garantisce maggiore fisicità e freschezza nella zona centrale del campo, essenziali in un momento in cui l'Olanda stava attaccando a testa bassa.)

Piccoli 6,5 Si rende pericoloso più e più volte; in questo senso, è forse il più ispirato degli azzurri. Impegna la difesa olandese diverse volte nel corso del primo tempo, senza mai, purtroppo, trovare la rete; nel secondo tempo serve un assist al bacio per Riccardi, che però viene deviato in out. Insomma, un'ottima prestazione a cui è mancato solamente il gol.

Italia-Moldavia, le pagelle degli azzurrini: Frattesi esordio fortunato, Sala è imprendibile
Empoli, la rosa ufficiale della Primavera azzurra