ESCLUSIVA MP - Entella, Montali: "Trionfo al Berretti merito di tutto il vivaio. Castorina? Sarà ancora con noi"

Angelo Zarra
21.06.2019 20:52

Entella, il responsabile Montali ha parlato in esclusiva ai taccuini di MondoPrimavera

La stagione della Virtus Entella, partita in salita per via delle vicende di ripescaggio in Serie B che hanno interessato la prima squadra, si è conclusa in maniera in straordinaria. La formazione di mister Castorina è riuscita a trionfare nel tabellone di Serie C nel campionato Berretti contro la Ternana e sia nella Supercoppa Berretti, contro il Torino. 4

Merito del lavoro straordinario di Castorina, di un gruppo fantastico e del lavoro certosino dell'intero vivaio, come ha dichiarato in esclusiva a MondoPrimavera il responsabile biancoceleste Manuel Montali: "E' stata una grande soddisfazione - ha esordito il dirigenza del settore giovanile ligure - ancora più grande se teniamo conto che la nostra prima partita ufficiale a livello di campionato Berretti è stata giocata solo a fine ottobre. E' stata un'estate terribile per l'Entella e tutto il settore giovanile, per questo motivo la conquista di questi due trofei è molto soddisfacente. E' una vittoria di tutto il settore giovanile perchè se entriamo nello specifico nella rosa di mister Castorina, che ha fatto un lavoro straordinario, c'erano circa una quindicina di giocatori che hanno fatto fatto tutta la trafila del settore giovanile. Per questo motivo bisogna dare merito al lavoro svolto negli anni da tutti gli allenatori delle formazioni giovanili".

"Sono state due gare davvero difficili - ha proseguito il responsabile Montali - Contro la Ternana abbiamo messo in campo una prova importante, di carattere, non era assolutamente facile giocando in dieci uomini per l'espulsione del nostro capitano per circa un'ora di gioco e per questo è un risultato ancora più bella Il Torino lo avevamo già affrontato nella stagione regolare e la vittoria è stato frutto di un'ottima prestazione, soprattutto nella prima frazione, dove abbiamo dominato il gioco".

Il merito va riconosciuto anche a mister Gianpaolo Castorina, ormai da anni protagonista della crescita di numerosi talenti in questi anni alla guida prima della Primavera e quest'anno della Berretti: "Castorina costituisce un valore aggiunto per noi, insieme al suo secondo e al suo staff. Ci aveva dato già il suo contributo qualche anno fa a livello Primavera, lui rappresenta una garanzia per la sua professionalità, per la sua competenza e la sua passione per i giovani".

Sono tanti i talenti che si sono messi in mostra in questa stagione. A partire da Vianni, passando per i vari Nagy, Brunozzi, Meazzi e capitan Reale. I ragazzi pronti a salire in prima squadra, ma non da subito: "Il salto per i nostri giovani in Serie B è ancora presto ma a mio avviso ci sono almeno sei o sette ragazzi che sono pronti a poter assaggiare il lavoro in prima squadra con continuità. E' un gruppo che ci ha dato ottime sensazioni e che continua a darcele, in vista del futuro. Sono tutti ragazzi di buona prospettiva".

Nel complesso è stato un anno positivo per l'intero settore giovanile dell'Entella. L'Under 15 ha sfiorato la finalissima di categoria, l'Under 16 si è fermata ai quarti di finale play-off: "E' vero. Non era facile mantenere tutta la nostra struttura senza smantellare nella scorsa estate, che è stata terribile per l'Entella. Grazie anche al presidente, abbiamo preservato il lavoro svolto negli anni e questo ha permesso di ottenere ottimi risultati, la leva del 2004 insieme alla leva del 2003 ci hanno dato ottimi segnali mentre l'Under 17 è stata tormentata da qualche infortunio di troppo ma in rosa ci sono giocatori interessanti che vedremo presto in Primavera. La prima squadra ci ha fatto il regalo di tornare in Serie B e questo ci permetterà, grazie al mantenimento della nostra struttura giovanile, di potercela giocare in modo costruttivo con tutte le squadre che affronteremo la prossima stagione".

Ma è già tempo di programmazione in casa Entella. La formazione che affronterà la Primavera 2 nella prossima stagione ripartirà da mister Castorina e da un piccolo "vantaggio": "Castorina resterà alla guida della formazione Primavera insieme ai suoi collaboratori. In Berretti non abbiamo "tradito" le nostre strategie, abbiamo fatto il campionato Berretti aprendo un ciclo. Erano tantissimi i ragazzi del 2001 nella rosa e questo ci permette di giocare la prossima stagione in Primavera 2 gruppo che già si conosce e con un po' di esperienza in più. E' un buon vantaggio per noi".

ChievoVerona, colpo per Mandelli: preso il difensore Leggero dal Torino
Monopoli, un’idea per la panchina e Satalino per la porta