Nazionali Giovanili

Italia-Polonia, le pagelle degli azzurrini: Gabbia un muro, Pinamonti freddo dagli undici metri

Simone Brianti
02.06.2019 19:31

Mondiale U20, Italia-Polonia: le pagelle degli azzurrini

Plizzari 7: inoperoso nella prima frazione, pochi tiri da parte dei polacchi se non da fuori. Il classe 2000 sale in cattedra nella ripresa, un paio di miracoli salvano gli azzurri.

Gabbia 7: il migliore tra i difensori azzurri, chiude molto bene i diretti avversari e nel primo tempo fa ripartire con velocità la manovra azzurra.

Del Prato 6,5: anche per lui ottime chiusure, mantiene bene la posizione e sa quando scappare all'indietro per recuperare subito il possesso.

Ranieri 6,5: chiude bene un paio di situazioni pericolose, sceglie bene il tempo e si propone anche in avanti. Prova di grinta e esperienza per l'ex terzino della Fiorentina Primavera.

Bellanova 6: meno grintoso in fase di spinta rispetto alle partite precedenti, bella la chiusura su Zylla nel prima tempo che poteva essere un grosso pericolo per gli azzurri. Prova sufficiente la sua, poteva fare qualcosa in più, anche se nella ripresa un paio di cross interessanti nel mezzo riesce a metterli.

Frattesi 6,5: tocca pochi palloni in questa prima frazione, rincorre gli avversari e mantiene bene la posizione. Prova il sinistro che viene deviato in corner. Nella ripresa si vede di più anche negli inserimenti, da una mano a Bellanova in copertura in diverse situazioni.

Esposito 6,5: gestione ottima del pallone la sua, sbaglia pochissimo, ma dal suo destro nascono i pericoli degli azzurri soprattutto da calcio di punizione. Nella ripresa continua nonostante si nota la stanchezza, viene ammonito dopo aver perso ingenuamente una palla. Dal 90' Alberico s.v.

Tripaldelli 6,5: inizia un po' contratto il match ma poi sale di livello la sua prestazione. Ottima una sua diagonale che permette la ripartenza azzurra proprio dai suoi piedi la palla arriva a Scamacca che però sciupa tutto. Nella ripresa gli avversari non riescono a saltarlo e si fa vedere spesso anche in avanti.

Pellegrini 6: in qualche frangente sbaglia la giocata, troppo lezioso ma gioca con la solita grinta in un ruolo che comunque non ricopre abitualmente. Tanta corsa per il terzino in prestito a Cagliari negli ultimi mesi, potrebbe fare qualcosa di più e giocare con semplicità.

Scamacca 6: buona la sua prova per grinta e propensione al sacrifico in fase difensiva, meno nella conclusione. Poteva segnare il gol del 2-0, fa tutto bene ma spara alto da ottima posizione. Inizia bene la ripresa, vuole il gol a tutti i costi che però non trova. Dal 68' Capone 5,5: entra non benissimo l'attaccante del Pescara, si addormenta e perde una palla sanguinosa su cui mette una pezza Plizzari, prova l'uno contro uno ma non riesce a saltare l'avversario.

Pinamonti 7: solito grande lavoro per la squadra il suo, con freddezza segna il rigore con il cucchiaio che porta avanti gli azzurri. Anche nella ripresa tanta lotta con i difensori, mezzo voto in meno per il clamoroso gol sciupato a tu per tu con Majecki.

ChievoVerona, colpo per Mandelli: preso il difensore Leggero dal Torino
Trofeo Dossena, Cremonese-Spal sarà la finalissima