Articolo di Francesco Curati

La volontà di ragazzo e società è di continuare insieme, ma…

A poco più di un mese dall’inizio del Campionato, la Roma di Alberto De Rossi è alla ricerca di un assetto il più stabile possibile che le permetta di far fronte al ricambio generazionale che ogni anno modifica la rosa, senza abbassare il livello di competitività. Tanti gli addii illustri fin’ora: da Celar (Cittadella, ma dopo aver rinnovato con i giallorossi), a Cangiano (Bologna), passando per Pezzella (Modena), Freddi Greco e Bucri (Torino), fino ad arrivare a capitan Cargnelutti.

Proprio la partenza del centrale difensivo (passato al Modena) potrebbe aprire le porte a una maglia da titolare per il giovane Alessio Santese. Il classe 2001 nella passata stagione non ha avuto tante possibilità di mettersi in mostra (appena 10 presenze tra Primavera 1 e Youth League) ma, secondo quanto raccolto in esclusiva dalla redazione di MondoPrimavera.com, club e giocatore vorrebbero proseguire ancora con questo matrimonio. Di certo non mancano le tentazioni, su di lui ci sono gli interessi di almeno tre squadre del nord Italia, ma non tali al momento da far pensare ad un possibile divorzio (ipotesi da non scartare definitivamente, vista l’imprevidibilità del calciomercato).

E chissà che non riparta proprio da Alessio Santese la Primavera che verrà, aspettando i nuovi arrivi dall’Under 17 (occhi puntati su Zalewski), le conferme dei fuori quota (D’Orazio, Nigro, Trasciani, Zamarion, Bianda), il ritorno degli infortunati della passata stagione (Calafiori e Sdaigui) e gli altri ragazzi classe 2001 (Besuijen, Cardinali, Chierico, Darboe, Felipe Estrella Galeazzi, Parodi, Semeraro, Silipo, Simonetti e l’ultimo arrivato Ruben Providence dal PSG). Senza dimenticare i top Riccardi e Bouah che al momento hanno svolto la preparazione con la Prima Squadra di Fonseca, ma che potranno in futuro dare una mano ai ragazzi di De Rossi. Sempre mercato permettendo.

Foto: Instagram Alessio Santese