ChievoVerona, la situazione di Ibrahim Karamoko e Emanuel Vignato

In casa ChievoVerona tiene banco il mercato in uscita. La società deve fare bilancio e quindi sacrificare anche i big della Primavera di Paolo Andrea Mandelli, a partire da Ibrahim Karamoko. Come rivela il quotidiano L’Arena, in via Galvani è arrivata una offerta ufficiale da parte dell’Inter per il giovane centrocampista franco-ivoriano classe 2001. L’offerta dei nerazzurri si avvicina ai 4 milioni di euro. Dal direttore sportivo Sergio Pellissier non ha dato ancora una risposta. Nella passata stagione Karamoko ha collezionato 22 presenze in Primavera 1 e ben due in Serie A.. Il palcoscenico della Serie A regalato da Domenico Di Carlo  è stato il suo trampolino di lancio e le sue quotazioni sono aumentate.

Ma il vero tormentone di questo calciomercato estivo in casa clivense è Emanuel Vignato. Il gioiellino italo-brasiliano, veronese di nascita, è seguito da tutti i grandi club compresi i stranieri. Vignato ha scelto l’offerta del Bayern ma il diesse Sergio Pellissier ha fissato il prezzo sui 10 milioni e non ha nessuna intenzione di fare sconti. Al giocatore – in scadenza di contratto – è stato proposto il prolungamento fino a giugno 2020, ma quest’ultimo non ha nessuna intenzione di firmare. Ma il Bayen Monaco, forte della volontà del giocatore, gioca al ribasso ed è pronta a mettere sul piatto una cifra ben lontana da quella richiesta dalla dirigenza veneta.

Il giocatore quindi è finito fuori rosa saltando le ultime due amichevoli. Vignato si allena a parte a Veronello, il Bayern osserva da lontano forte della volontà del giocatore. Nella trattativa non rientrerà il fratello Samuel che resterà al Chievo.