Mondiali U20, Ucraina – Italia: pagelle non positive per i giovani azzurri

Plizzari 6: il portiere rossonero inoperoso per gran parte della gara, fa un quasi miracolo sulla punizione di Buletsa nel primo tempo. Sul goal non ha responsabilità.

Tripaldelli 4.5: il difensore non è assolutamente nella sua giornata migliore. Alcune ingenuità ed imprecisioni caratterizzano la sua gara. Un solo bel cross dalla fascia in tutta la partita è molto poco. Inoltre sul goal, gli Ucraini  scendono e crossano dalla sua fascia praticamente indisturbati (dall’84′ Olivieri: s.v.)

Gabbia 5,5: la partita è difficile, lui non è brillante come al solito. Sentiva particolarmente la tensione, è mancato il raccordo con il resto del reparto nel non contrasto dell’attaccante avversario sul goal.

Frattesi 5: interprete di un centrocampo azzurro anonimo, non riesce ad emergere sugli avversari. Poca iniziativa e grande fatica a mantenere tempi e posizione. Sfortunato a fine primo tempo, costretto a lasciare il campo per infortunio (dal 46′ Alberico 5.5: si fa notare per alcuni suggerimenti di buona qualità. All’inizio del secondo tempo mette una palla a Pinamonti che solo davanti al portiere non sfrutta a dovere).

Pinamonti 5.5: per come ci aveva abituato… ci si aspettava molto di più. Un primo tempo senza grandi acuti. Ad inizio secondo tempo ha tra i piedi la palla del goal che solo davanti al portiere ucraino, gli spara la palla tra le mani.

Scamacca 5.5: rapidità e velocità non sono sufficienti a penetrare la difesa avversaria. Autore di un bellissimo goal nel finale, purtroppo l’arbitro si reca al VAR ed annulla la rete.

Ranieri 5: il giovane azzurro s’impegna, tuttavia non riesce a svolgere il ruolo in maniera ineccepibile.

Bellanova 5,5: tanto sacrificio, per il neo giocatore del Bordeaux, buoni anticipi e qualche filtrante, ma non basta….

Del Prato 5: prova incolore anche per lui, evidenzia qualche intervento positivo, ma come un po tutta la squadra manca della grinta necessaria in una sfida come questa.

Pellegrini 5.5: uno tra i più volenterosi, buona corsa, non si tira mai indietro, cerca di essere propositivo per gli attaccanti. Poteva dare di più in fase di impostazione ed interdizione.

Esposito 5: il giovane centrocampista molto teso all’inizio, riesce a proporre qualche buona iniziativa nel corso della gara (dal 73′ Capone 4.5: verrà ricordato per la grande occasione di fare goal non sfruttata, che sciupa con un tiro al volo da caccia al volatile!)