Primavera 1, Cagliari-Torino: le pagelle dei sardi

Daga 6: Sufficienza per il portiere rossoblù che durante tutta la partita si è disimpegnato senza grossi problemi. Incolpevole sui due goal subiti, nel primo viene ingannato da una deviazione e nel secondo viene spiazzato dal rigore battuto alla perfezione da Rauti.

Kouadio 5: il peggiore dei rossoblù, tanta corsa ma poca sostanza. Sbaglia molte volte le cose più semplici, soffre la spinta del terzino avversario Michelotti. (63’ Porru 6: entra bene in partita, tanta corsa e fisicità, offre dei buoni cross ai compagni e costringe il terzino granata ad indietreggiare il suo raggio d’azione).

Cadili 6: buon primo tempo, ingaggia una bella sfida con Singo, va al tiro più volte e in una occasione impegna seriamente il portiere avversario. (63’ Aly 6: ingresso sufficiente ma senza grossi spunti, si limita al compito affidatogli dal mister).

Carboni 6,5: bella partita del centrale rossoblù contro un osso duro come Rauti. Gioca molte volte di anticipo e sbaglia poco.

Kanyamuna 5,5: soffre l’aggressività del centrocampo del Torino, cerca di giocare il più semplice possibile, massimo due tocchi ma non gli riesce sempre. (52’ Gagliano 8: entra con la bava alla bocca, lotta su tutti i palloni che arrivano dalle sue parti. Ha il merito di ribaltare temporaneamente la partita, prima con un gran goal su punizione e poi con un colpo di testa che illude i sardi di far parte dei play-off).

Boccia 6: primo tempo in chiaro scuro, nel secondo si riprende alla grande giocando una buonissima ripresa con chiusure difensive pulite e precise.

Marigosu 7,5: un furetto che mette in seria difficoltà il Toro. Gioca una bellissima partita costellata da grandi giocate e da un assist per il temporaneo vantaggio rossoblù. Unico neo il rigore causato al 46’ del secondo tempo e poi trasformato dall’attaccante granata.

Lella 6: primo tempo non buono, nel secondo tempo mister Canzi lo sposta centrale di centrocampo e la sua partita cambia, gioca di cuore e sostanza.

Verde 6: gioca una partita molto fisica, lotta con i centrali granata e molte volte vince lui. Buone giocate ma arriva poche volte alla conclusione per gli standard offerti nell’arco di tutta la stagione. (82’ Contini 6: poco tempo per lui però fa vedere un paio di belle giocate in attacco).

Lombardi 6,5: ottimi spunti palla al piede e belle giocate. Fulcro del gioco dei sardi, oltre alla tecnica mette la voglia di combattere su tutti i palloni, lottando su tutti i palloni.

Doratiotto 6,5: primo tempo un po’ anonimo per uno come lui, nel secondo scende in campo con tanta grinta e voglia di fare. Regala belle giocate e buoni spunti. Gioca da leader.