Primavera 1, Empoli-Atalanta: le pagelle degli azzurri

LEGGI ANCHE LA CRONACA DI EMPOLI-ATALANTA E LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

Saro 6,5: se l’Empoli resta in partita per oltre un’ora molto del merito è del suo numero uno. Doppia parata da urlo prima del tap-in di Gyabuaa, decisivo in almeno un altro paio di interventi che evitano un passivo più severo.

Perretta 5,5: pomeriggio complicato per il laterale empolese, attaccato dai costanti raddoppi atalantini e costretto spesso e volentieri sulla difensiva.

Matteucci 5,5: prestazione meno efficace del solito per il centrale di casa, che non riesce a tenere lontani gli avversari dalla propria area di rigore, crollando nella ripresa insieme a tutta la squadra.

Curto 6: ultimo baluardo del reparto difensivo, spende un giallo intelligente nel primo tempo e si mette in mostra con un paio di interventi decisivi. Sorpreso, come tutto il reparto difensivo, nell’azione del gol del 3-1. (66′ Canestrelli 5,5: dentro per puntellare l’undici azzurro, deve arrendersi allo strapotere dell’Atalanta.

Ricchi 6: dura poco la gara dello sfortunato terzino empolese, che abbandona il campo arrendendosi a un brutto colpo subìto nei primissimi minuti di gara. (25′ Gianneschi 5,5: in campo a freddo per rimpiazzare Ricchi, parte con attitudine propositiva ma viene ricacciato indietro dalla spinta costante degli avversari. Battuto da Traore in occasione del gol del sorpasso ospite.

Belardinelli 5,5: uno dei pochi in grado di competere fisicamente con i pari ruolo dell’Atalanta, gli mancano però il passo e la brillantezza necessari per permettere ai suoi di accorciare maggiormente il campo.

Ricci 6,5: il regista di casa è protagonista di una gara encomiabile, che lo vede predicare nel deserto del complicato pomeriggio azzurro. Suo il gol del vantaggio, impreziosito da una regia sempre ordinata e da una garra indomita in mezzo al campo.

Zelenkovs 5: il lettone non riesce ad accendersi, rimanendo spesso ai margini del gioco senza mai piazzare una delle sue fiammate col mancino. (66′ Viligiardi 5,5: entra quando l’Empoli è ormai in balia dell’Atalanta, non può nulla per cambiare l’inerzia del match).

Montaperto 5,5: il capitano si sbatte e ci prova, soprattutto in avvio con due buone conclusioni col suo prediletto mancino, ma alla distanza cala inesorabilmente pagando dazio allo sforzo fisico. (55′ Bozhanaj 5,5: prova a dare un po’ di peso al reparto avanzato, costruendo una buona chance nella quale viene murato da Ndyaye).

Balde 5: prova incolore per l’esterno d’attacco, che gioca un primo tempo quasi da spettatore non pagante prima di farsi vedere in avvio di ripresa. Un destro a giro fuori di poco, un altro calciato altissimo da ottima posizione. (66′ Ekong 5,5: dentro per provare a dare la scossa, poco da fare in un match ormai compromesso).

Bertolini 5,5: grinta e voglia di sacrificarsi non gli mancano, ma l’occasione sprecata a tu per tu con Ndyaye grida ancora vendetta. Nella ripresa un bel mancino a girare, fuori di poco.