Primavera 1, Empoli-Chievo: le pagelle degli azzurri

LEGGI ANCHE LA CRONACA DI EMPOLI-CHIEVO E LE PAGELLE DEI GIALLOBLÙ

Saro 6: il portiere azzurro viene chiamato agli straordinari nel primo tempo, con due gol incassati (forse non perfetto nella respinta sul raddoppio ospite) ma due risposte (soprattutto quella a tu per tu con Rovaglia) che hanno tenuto in piedi i suoi.

Perretta 5,5: partita complicata per il laterale empolese, che si trova a fronteggiare un D’Amico in giornata di grazia. Riesce a non affondare con intelligenza, prima di lasciare il campo nel finale. (85′ Gianneschi s.v.).

Matteucci 6: il centrale di casa prova a limitare i danni, rimanendo in piedi in una mezz’ora di assalti continui da parte del Chievo. Superato l’inevitabile affanno, riesce a tenere in piedi la baracca.

Curto 6: come il collega di reparto prova a gonfiare il petto per respingere le iniziative del Chievo, con avversari che arrivano un po’ da tutte le parti in avvio di gara. Non crolla, aiutato dalla sua grande esperienza.

Ricchi 5,5: prestazione meno brillante del solito per il terzino sinistro, il cui raggio d’azione resta più basso per controllare gli esterni avversari. Sale di colpi nel finale, ma i crampi gli impediscono di essere efficace al momento del cross.

Ricci 5,5: il regista azzurro non è in giornata di grazia e viene soffocato dalla costante pressione clivense. Riesce però a conquistare una quantità industriale di falli un po’ in tutte le posizioni, avvicinandosi così alla sufficienza.

Belardinelli 5: il classe 2001 accusa le fatiche dell’impegno con la Nazionale Under 18, in un match nel quale non è riuscito ad essere efficace come ci ha abituato negli ultimi mesi.

Zelenkovs 6: il lettone è tra i pochi a riuscire a piazzare qualche strappo degno di nota, provando a uscire dalla costante pressione avversaria. Pericoloso con un paio di calci piazzati, esce dopo aver finito la benzina. (74′ Ekong s.v.).

Montaperto 5,5: il capitano lotta e si sbatte, ma senza mai riuscire a trovare un guizzo dei suoi. Poco assistito dai compagni, prima della sostituzione nel finale di gara. (74′ Balde 6,5: dentro e subito a segno, con una zampata di destro che riaccende le speranze azzurre).

Bertolini 5: qualche scatto e qualche spunto promettente, in un pomeriggio piuttosto buio per gli attaccanti azzurri. L’occasione non concretizzata nel primo tempo, però, grida vendetta.

Bozhanaj 5: giornata non fortunata per il classe 2001, che non riesce a sfondare in area finendo per incaponirsi nella giocata personale, senza però mai mettere in difficoltà i difensori ospiti.