Primavera 1. Le pagelle del Genoa.

Russo 6: Prestazione sufficiente per il numero 1 rossoblù che alterna ottime parate a qualche intervento superficiale. Le ottime e prodigiose su Penner e Bandeira, tuttavia, gli valgono la sufficienza in pagella.

Candela 6,5: La vera e propria arma in più per la squadra di Sabatini. Attento e preciso in fase difensiva, si spinge ottimamente anche nella trequarti avversaria costringendo gli esterni bianconeri ad un grande lavoro di ripiegamento.

Nije Fallou 6,5: Partita solida quella del centrale genoano che lotta e battaglia con Olivieri prima e Petrelli poi, senza macchiarsi di particolari errori. Trova poi il gol del momentaneo pareggio, alla fine del primo tempo, con un poderoso colpo di testa letteralmente imprendibile.

Dumbravanu 5,5: Rispetto al compagno di reparto sembra patire maggiormente l’attacco bianconero, macchiandosi di qualche intervento sbagliato sull’imprendibile Frederiksen.

Piccardo 6: Macina chilometri su chilometri sulla corsia sinistra, regalando anche qualche bel pallone agli attaccanti rossoblù che tuttavia non sono abili a sfruttare.

Karic 6: Prestazione tutto sommato regolare e priva di sbavature quella del centrocampista rossoblù che aiuta in fase difensiva e si propone anche in zona gol, senza esiti fortunati.

Zvekanov 5: Partita insufficiente quella del regista rossoblù in ritardo in fase di costruzione e incapace di contenere le avanzate di uno scatenato Portanova. Da rivedere. (84′ Masini: S.V)

Rovella 6: Il più attivo e il più propositivo dei centrocampisti genoani. Supporta la fase offensiva in maniera egregia, portando pericolosità nell’area bianconera e colpendo una clamorosa traversa alla fine del primo tempo. (84′ Gronberg: S.V)

Ventola 6: La prestazione dell’esterno rossoblù e quella di chi fa di tutto per non arrendersi. Corre, lotta, calcia e cerca in tutti i modi di trovare la via del gol ma sulla sua strada trova due ottimi interventi di Loria e Vlasenko. (75′ Adamoli 5,5: Entra e cerca di portare la stessa qualità e lo stesso apporto del compagno ma il poco tempo e una diversa intensità non glielo permettono)

Bianchi 7: Il migliore dei suoi. Fa a sportellate, corre e porta tanta qualità nel reparto offensivo genoano senza tuttavia essere assistito in maniera egregia. Trova il gol della speranza all’ultimo minuto con una grande volèe da vero bomber d’area di rigore.

Micovschi 5,5: Partita di grande sacrificio quella dell’esterno rossoblù che, tuttavia, non giustifica una sufficienza in quanto gli errori e le disattenzioni sono innocue ma frequenti. (66′ Cleonise 6: Entra e porta tanta corsa alla squadra, aiutando come può in fase difensiva)