Europei Under 17, Italia-Spagna: le pagelle degli azzurrini

Gasparini  6.5 si fa trovare pronto e reattivo nei primi 45′ , salvando l’Italia in un paio d’occasioni, incolpevole sul gol del momentaneo pareggio. Nel secondo tempo gli azzurrini soffrono meno e il portiere italiano non interviene quasi mai.

Riccio 6 : parte lento e si perde più volte Soriano, ma poi si riprende chiudendo bene con ottimi anticipi difensivi e colpi di testa.

Moretti 6.5 : sostituisce egregiamente Dalle Mura , ripagando la fiducia di mister Nunziata con una prestazione positiva, condita dal  gol del secondo vantaggio azzurro, con un facile tap-in a porta vuota.

Pirola 7 : il giovane difensore centrale del vivaio dell’inter oltre a giocare una perfetta partita difensiva, segna un gol straordinario, spedendo all’angolino una respinta corta della difesa spagnola .

Ruggeri 6.5 : tanta grinta e corsa sulla fascia, chiude bene e non lascia mai un centimetro al talentuoso Santos. Ad un quarto d’ora dalla fine esce per crampi. Dal 78′ Brentan s.v. 

Udogie 6.5: schierato quest’oggi a centrocampo, gioca un ottimo primo tempo, prendendosi il fallo da rigore grazie al quale l’Italia passa in vantaggio . Nel secondo tempo gestisce e recupera palloni.

Squizzato 6: spesso fatica a farsi trovare libero nel primo tempo e  quando può cerca sempre le punte con  lanci lunghi. Dal 59′ Panada 6.5: entra e rende più fluida la manovra.

Sekulov 7:  ringhia su ogni avversario, recupera palloni e quando serve da ossigeno alla manovra buttandosi in avanti per alzare il baricentro della  squadra. Instancabile .

Giovane 6.5: viene schierato dietro alle punte e, in un primo tempo dove gli spagnoli hanno il predominio del gioco , si schiaccia troppo spesso sulla linea dei centrocampisti.  Nel secondo tempo migliora assieme a tutta la squadra.

Colombo 7: tira un rigore perfetto spiazzando l’estremo difensore spagnolo e  spizza il pallone per Moretti sull’azione del raddoppio. Combatte su ogni  colpo di testa  e rincorre i centrali spagnoli non tirandosi mai indietro. Dal 69′ Cudrig 6 : entra sul 3-1 con un’Italia già in netto controllo del match.

Arlotti 6: innesca bene Udogie nell’azione che porterà al rigore per l’Italia. Vede pochi palloni nel primo tempo ed è spesso  costretto a ripiegare per aiutare i centrocampisti . Dal 59′ Esposito 7.5: entra e mette in difficoltà tutta la difesa della Spagna con  giocate da vero numero 10. Si guadagna un calcio di rigore nei minuti finali,  realizzandolo in scioltezza. Fenomeno.