Europei Under 17, Germania-Italia: le pagelle degli azzurrini

Molla 7: si esalta nel primo tempo. Tiene a galla i suoi con un intervento miracoloso su un tiro a botta sicura di Woltemade. Nel secondo tempo può dormire sogni tranquilli.

Lamanna 6.5: perde Calhanoglu sull’azione del gol ma per il resto gioca una gara propositiva e non molla mai fino all’ultimo pallone.

Panada 7: il capitano della squadra azzurra sforna una partita di sostanza e continuità. Fa girare la squadra e gestisce bene tanti palloni in uscita.

Pirola 6.5: insieme a Dalla Mura compongono un ottimo reparto di difensori centrali, movimenti giusti e anticipi azzeccati.

Tongya 6.5: la mezz’ala del centrocampo a tre disegnato da Nunziata corre e contrasta bene, regge l’impatto fisico contro gli altissimi calciatori tedeschi.

Esposito 8: gioca come un veterano e ha esperienza da vendere. Si carica la squadra nel primo tempo; va vicino al gol più volte, come al 57′ quando coglie la traversa. Bellissima la punizione a giro che lascia senza parole l’incolpevole Schreiber. Favoloso.

Cudrig 6: il giovane attaccante scuola Brugge gioca una partita di corsa per la squadra. Schierato nel tridente iniziale è stato l’attaccante meno decisivo, da una sua palla persa nasce il vantaggio della Germania. Dal 82′ Colombo s.v.

Udogie 6.5: il terzino sinistro azzurro è uno dei pochi propositivi fin dai primi minuti di gioco, anche nella prima frazione di gioco, quando l’Italia ha faticato ad uscire dalla sua metà campo. Diligente e attento.

Brentan 6.5: gioca una partita buona sia tecnicamente che fisicamente. Spreca due ottime occasioni sul finire del primo tempo.

Dalla Mura 6.5: gioca una partita sontuosa: tutti i palloni in area di rigore sono suoi e anticipa ripetutamente i vari attaccanti tedeschi. Mezzo voto in meno per l’errore nell’occasione del vantaggio tedesco, si lascia scappare con troppa facilità Beier alle spalle. Esce per un problema al polpaccio sinistro. Dal 75′ Riccio 6.5: entra e copre senza sbavature nei minuti finali.

Bonfanti 7: gioca una partita generosa, bravo e fortunato nell’occasione del gol de momentaneo pareggio. Il suo tiro potente trova la deviazione di Lang. Dal 67′ Giovane 7: entra e chiude la partita con un difficile tap-in dalla linea di fondo.