17 Aprile 2019 18:39

Palermo-Genoa, le pagelle dei rosanero: decisivi i subentrati Birligea e Sicuro

Primavera 1, Palermo-Genoa 2-1: le pagelle dei rosanero

Avogadri 6,5: non ha colpe nel gol subito, svolge bene il resto della partita. Alcune sue parate sono state fondamentali per tenere il Palermo a galla.

Petrucci 6: bene la fase difensiva tra alti e bassi, un po’ più incerto nella fase offensiva. E’ costretto a lasciare il campo per infortunio (dal 68′ Ruggiero 6: dà sostanza al centrocampo in un momento difficile della partita, arriva anche più volte alla conclusione).

Gallo 6,5: sempre propositivo in fase offensiva, si rende pericoloso nella propria fascia di competenza. Bene anche nella fase di ripiegamento, uno dei migliori tra i suoi.

De Marino 6: lavora bene con il compagno di reparto, fa a sportellate con gli avversari quando serve.

Fradella 6,5: in difesa non soffre tantissimo le ripartenze avversarie, spesso cerca di far salire i suoi ma a volte con scarsi risultati. Nella linea difensiva però svolge un ruolo di rilevanza.

Costantino S.V.: dopo 20 minuti di gioco lascia il campo, tocca pochissimi palloni (dal 26′ Birligea 7: il suo ingresso nel rettangolo di gioco è decisivo per le sorti del match. Dà peso all’attacco dei rosanero e il gol del pareggio è tutto ad opera sua. Periodo molto positivo per l’attaccante del Palermo).

Mendola 6: solito lavoro di mediazione svolto bene tra linea difensiva e centrocampo per il numero 7 dei rosanero. Anche lui costretto a lasciare il terreno di gioco per un problema fisico (dal 50′ Sicuro 7: schierato nel centrocampo dei siciliani, inizia un po’ in ombra la sua partita. Quando si allarga però può essere fatale, come avviene in occasione del gol che vale la vittoria per i rosanero. Fantastico il tiro a giro che si spegne sotto il “sette” della porta avversaria e che fa alzare tutti in piedi per applaudirlo).

Rizzo 6,5: il suo apporto alla squadra è sempre di fondamentale importanza. Ovunque lo metti rende, gioca bene con i compagni e se è il caso si rende pericoloso con gli avversari.

Lucera 6: ha qualità tecnica ma non la sfrutta al meglio, spesso tiene troppo il pallone tra i piedi. Al 50′ lascia il campo e viene sostituito (dal 50′ Gambino 6,5: il suo ingresso in campo è una garanzia per la qualità del gioco dei palermitani. I suoi movimenti sono fatti molto bene e con il pallone tra i piedi difficilmente sbaglia. Decisivo anche il suo ingresso in campo, freschezza mentale e tanta corsa).

Santoro 6,5: anche lui è una garanzia per la squadra di mister Scurto. Guerriero in campo e trascinatore dei suoi, è uno che ci crede fino alla fine. Nella mediana tantissimi palloni passano dai suoi piedi.

Cannavò 6: le doti dell’attaccante dei rosanero non sono una novità, oggi però non era del tutto lucido. Il suo contributo però rimane comunque molto importante per i rosanero, infatti gioca tutta la partita.

Dario Aiello

Facebook - Instagram - Twitter - Whatsapp

Questo sito web utilizza cookies.