Primavera 2, Cosenza-Crotone: le pagelle degli squaletti

Latella 5,5: resta immobile sulla punizione, rischia qualcosa in uscita e viene aiutato da qualche piccolo errore altrui.

Paparo 6,5: il vantaggio dei pitagorici parte dai sui piedi, sua la corsa che ha portato al contropiede poi trasformato in vantaggio. Dal 75’ Riga S.V.

Rodio 6: spinge sulla fascia, fa ciò che deve fare. A tratti preferisce non alzarsi per non rischiare di lasciare incustodito il posto.

Carbone 5,5: preferisce non rischiare, gioca spesso senza alzare la testa e si accontenta della giocata più semplice.

Liviera 5,5: non è preciso come al solito, l’attacco avversario gli crea qualche piccolo problema ma nulla di più.

Lonetto 6: resta bene in campo, poco prima dell’ora di gioco inizia a subire qualche colpo. Dal 60′ Panza 5,5: non eccelle, prova a rilegare il gioco.

Mariani 6: semplice amministrazione della palla, non rischia mai e preferisce il gioco dietro le quinte.

Sapone 7,5: diventa imprendibile. Nei primi minuti ha la testa calda l’arbitro lo richiama e da quel momento costruisce la vittoria per i pitagorici.

Nanni: con tanta furbizia evita il fallo che poi ha portato il nuovo vantaggio nel finale. Il passaggio è preciso, al compagna non basta che spingere in porta.

Ruggiero 7: leader in campo, chiama spesso i compagni. Sa prendersi le responsabilità, il Crotone ci punta.

Campanile 6: primo tempo di tutto rispetto, gioca alle spalle del reparto d’attacco, esce bene con la palla al piede. Dal 51’ Falzetta 6: per lui è un derby nel derby, di nascita cosentino suda e si batte su ogni palla ma resta fine a se stesso.

FOTO: Rosito – tifoCosenza.it