Torna il Primavera 2 e il girone B si presenta con il derby tra le due compagini calabresi. Al “Romolo di Magro” con il kick-off fissato alle ore 15:00 il Cosenza di Stefano De Angelis alla penultima di campionato ospita il Crotone di Ivan Moschella. Dopo il derby d’andata finito con un rocambolesco 2-2 e un secondo tempo rinviato per nebbia,i lupacchiotti e gli squaletti sono pronti a sfidarsi per sancire i padroni della Calabria.

Il Cosenza arriva alla sfida dopo l’amara sconfitta al “Picchio Village” contro l’Ascoli, i cugini del Crotone hanno subito la rimonta del Foggia dopo il vantaggio iniziale di Rodio che aveva illuso i rossoblu. Il derby della primavera, con la diretta testuale su MondoPrimavera.com, sarà l’antipasto della prima squadra, domani al “San Vito-Gigi Marulla” ci sarà la sfida salvezza per la Serie B  tra Cosenza e Crotone.
LA PARTITA (dal nostro inviato Onorio Ferraro)
diretta testuale a iniziare dalle ore 15:00
1′ – si comincia! Osservato un minuto di silenzio per la scomparsa della mamma del presidente rossoblu Guarascio.
2′ – si fa subito sentire il Cosenza, è di Licciardello la prima palla che da poco fuori l’area di rigore ci prova col destro a incrociare.
5′ – minuti di studio per le due squadre, primi minuti che si giocano a centrocampo.
7′ – pericolosissimo il Cosenza in questa azione, prima Mascari scappa verso destra e mette una palla al bacio in mezzo ma nessuno riesce ad intercettare. La prende largo Santangelo che ci prova dalla lunga distanza chiudendo la palla fuori lo specchio della porta.
9′ – si fanno vedere anche i pitagorici, Nanni non riesce bene ad intercettare la palla e respira la difesa dei padroni di casa.
14′ – ancora propositivo il Cosenza, Santangelo riceve sulla sinistra è bravo ad accentrarsi e a mettere in mezzo, sulla palla non arriva nessuno con gli ospiti che che hanno l’occasione di ripartire.
17′ – il Crotone si divora il vantaggio, punizione dal vertice destro, Nanni di testa non riesce a beffare la difesa del Cosenza e Quintiero risponde presente.
19′ – bellissima botta e risposta tra le due squadre, è il Cosenza questa volta a rendersi pericoloso con Misuri che non calibra bene il tiro senza destare preoccupazione a Latella.
24′ – partita che torna a una semplice amministrazione, le due squadre iniziano a prepararsi per cercare l’affondo decisivo che ancora non è arrivato.
30′ – alla mezzora è ancora Misuri a provarci da calcio piazzato, il centrocampista rossoblu chiude il tro poco sopra la traversa.
33′ – contropiede fortunoso per i lupacchiotti, Santangelo non trova l’appoggio giusto in fase di impostazione e il Crotone ne approfitta per ripartire: azione che non porta a nulla, si salva la difesa dei padroni di casa.
35′ – GOL CROTONE! Gli ospiti sbloccano la gara con l’ennesimo contropiede fulmineo, Paparo corre sulla destra: palla in mezzo per Sapone che di prima intenzione col piattone manda la palla rasoterra poi rimbalzata sotto la tr
aversa prima di chiudere in rete.
41′ – da vantaggio degli squaletti il Cosenza cerca la strada per riportare in parità il match, gli ospiti rispondono bene in un momento di gara delicato.
45′ – pericoloso nel finale il Cosenza, prima Di Salvo ci prova da fuori l’area poi Misuri prova un tiro-cross che scende pericoloso verso la porta di Latella.
FINE PRIMO TEMPO – E’ il Crotone a gioire in questa prima frazione di gioco, gli ospiti approfittano del contropiede e con Sapone si portano in vantaggio. I padroni di casa non approfittano invece delle palle gol in apertura e si vedono nella ripresa costretti a inseguire.
46′ – Si ricomincia! Primo cambio nel Cosenza, fuori Di Salvo per Amendola.
50′ – si rende pericoloso il Crotone con Sapone che ci prova da fuori area ma la palla non arriva a destinazione.
51′ – primo cambio per il Crotone, fuori Campanile per Falzetta: per il neo entrato derby nel derby, l’attaccante del Crotone è cosentino di nascita.
56′ – altro cambio per il Cosenza, Nicoletti prende il posto di Misuri.
58′ – palla che non arriva sulla testa di Peguiron, Latella è bravo ad anticipare il cross dalla trequarti di Amendola.
60′- altro cambio per i ragazzi di Moschella, fuori Lonetto per Panza. Cambio anche per i padroni di casa, fuori Santangelo per Cardamone.
63′ – Falzetta impegna Quintiero, l’estremo difensore rossoblu costretto a uscire in scivolata per evitare l’aggancio da parte dell’attaccante crotonese.
65′ – GOL COSENZA! Punizione magistrale di Amendola, il terzino rossoblu da calcio piazzato beffa Latella con un arcobaleno che si chiude sotto il sette.
75′ – sfiora la rimonta il Cosenza con Mascari, il capitano dei lupacchiotti si accentra bene e col destro chiude a fil di palo
75′ – cambio Crotone, dentro Riga per Paparo.
80′ – minuti concitati, è il Cosenza a prendersi la residenza nella metà campo del Crotone.
83′ i padroni di casa sfruttano ancora i calci piazzati, questa volta però la palla non arriva a destinazione ma è sempre il Cosenza a restare in attacco.
86′ – azione magistrale del Cosenza, i padroni di casa scappano con Nicoletti che
in filtrante mette una palla dolce per Peguiron che viene anticipato.
87′ – quarto cambio per il Cosenza, fuori un buon Peguiron per Militano.
89′ – GOL CROTONE! Ospiti che tornano in vantaggio con Sapone, Nanni salta in maniera fallosa Gagliardi trovando poi la difesa scoperta: a quel punto serve solo appoggiare in porta.
FINE PARTITA – Triplice fischio al cardiopalma, il Crotone sbanca il derby a un minuto dalla fine con Sapone in un’azione controversa e turbolenta. Nel post gara si accendono gli animi con le panchine infuocate.
IL TABELLINO DI COSENZA-CROTONE
Marcatori: Sapone (KR), Amendola (CS), Sapone (KR)
Cosenza: Quintiero, Caiazzo, Santangelo (60′ Cardamone), Paglia, Salines, Gagliardi, Di Salvo (46′ Amendola), Misuri (56′ Nicoletti), Mascari, Peguiron (87′ Militano), Licciardello. A disp. Rugna, Patitucci, Sernia, Tripoli, Militano, Cardamone,  , Amendola, Nicoletti, Moretti. All. De Angelis
Crotone: Latella, Paparo (75′ Riga), Rodio, Carbone, Liviera, Lonetto (60′ Panza), Mariani, Sapone, Nanni, Ruggiero, Campanile (51′ Falzetta). A disp. La Rosa, Panza, Santoro, Miceli, Riga, Markovic, De Simone, Filosa, Tripoli, Falzetta. All. Moschella
Ammoniti: Quintiero (CS), Sapone (KR)
Arbitro: Fabio Natilla di Molfetta (Bruni-Votta)