Viareggio Cup, la Top 11 della 71^ edizione 

E’ terminata da un paio di giorni la 71^ edizione della Viareggio Cup, competizione che ha visto trionfare il Bologna nella lotteria dei rigori contro il Genoa. La finale del Picco è stata emozionante, una partita vissuta con tanta tensione da entrambe le squadre e sbloccata soltanto nella ripresa. Al termine della kermesse viareggina è tempo di tirare un bilancio e stilare una classifica dei migliori della competizione. Come di consueto noi di Mondoprimavera.com abbiamo ideato la rubrica 11 e Lode Speciale Viareggio Cup con i migliori undici che si sono messi in mostra in questa competizione internazionale. Ecco la Top 11 scelta dalla redazione:

PORTIERE

Fantoni (Bologna): il portiere rossoblù è senza dubbio uno dei protagonisti di questa edizione. Decisivo nella finale contro il Genoa ai rigori e anche contro il Bruges. Nello storico successo emiliano ci sono sicuramente i guantoni del portiere.

DIFENSORI

De Cuyper (Bruges): il terzino della squadra belga è stato senza dubbio uno dei più positivi della sua squadra. Tanta corsa lungo l’out sinistro e anche qualche assist per i compagni. 

Zanoli (Genoa): il difensore dei liguri è stato una delle colonne portanti del Genoa per arrivare in finale. Segna un gol importante nella fase a gironi e poi con il passare delle partite è decisivo con i suoi interventi. 

Cassandro (Bologna): avrebbe meritato il premio come miglior difensore del torneo per la costanza e per la determinazione messa in campo! I rossoblu subiscono poche reti e gran parte del merito è anche il suo. 

CENTROCAMPISTI

Montiel (Fiorentina): unico centrocampista inserito fra le squadre che non sono arrivate in semifinale. Non può mancare la sua qualità alla Fiorentina e anche in zona offensiva è stato spesso decisivo con assist e sopratutto quattro reti. Tecnica e qualità per un ragazzo di cui sentiremo parlare.

Tardivo (Parma): disputa un ottimo torneo, così come in campionato abbina quantità e qualità, ma nella kermesse viareggina si riscopre anche goleador. Bellissimo il primo gol alla Fiorentina, caparbio e furbo nella rete al Genoa. 

Mazza (Bologna): le sue qualità non le scopriamo di certo in questa competizione. Da inizio campionato è uno dei migliori degli emiliani e nella Viareggio Cup ha messo in mostra le sue doti di leader carismatico. Con la sua tecnica ha dato il là a diverse azioni offensive dei rossoblu. Troise non se ne priva mai.

De Wolf (Bruges): uno dei più piccoli in questa Top 11, è il capocannoniere della squadra belga con tre reti. Bravo negli inserimenti è dotato di una tecnica importante. Gli addetti ai lavori sono rimasti favorevolmente impressionati dalle qualità di questo ragazzo su cui il Bruges punta molto. 

ATTACCANTI

Camara (Parma): la stellina del Parma nonché classe 2002. L’esterno dei crociati ha fatto vedere le sue doti tecniche arrivando ad essere decisivo nelle partite dagli ottavi in poi. Entra e segna contro il Rigas, la doppietta contro la Fiorentina (qui la cronaca) ruba la scena e il gol contro il Genoa lo consacra. È lui senza dubbio il futuro degli emiliani. 

Cossalter (Bologna): entra dalla panchina ed è decisivo, gioca titolare ed è decisivo. La vittoria finale nella kermesse viareggina ha lo zampino dell’attaccante esterno rossoblu capace di trascinare la sua squadra fino alla finale. È lui il capocannoniere della competizione. 

Bianchi (Genoa): Golden Boy della 71^ edizione della Viareggio Cup è anche lui fra i migliori del torneo e della sua squadra. Capitano e trascinatore, segna un gol bellissimo nella finale con una doppia finta ad eludere la marcatura avversaria salvo poi colpire con un tiro chirurgico Fantoni. Ha tante qualità e Genoa lo sta facendo crescere.