Sabatini (Genoa) a MP: “C’è rammarico, ma la squadra è pronta a reagire”

Il Genoa si ferma a un passo dalla gloria, arrendendosi ai calci di rigore al cospetto di un Bologna che ha infranto sul più bello il sogno dei grifoncini. Nel dopo gara del Picco, il tecnico Carlo Sabatini ha commentato la prova dei suoi ragazzi: “Nel primo tempo non abbiamo giocato bene, concedendo troppe situazioni importanti al Bologna senza essere in grado di crearne altrettante. Nella ripresa invece siamo partiti subito meglio, grazie al cambio di modulo che ci ha permesso di trovare il gol. Peccato per quell’episodio sfortunato nel finale: chiaramente il rammarico è grande per aver subìto il pareggio in quel modo, a un minuto dalla fine. Purtroppo sono situazioni che succedono e che si vedono anche a livelli altissimi. Tutta esperienza che servirà ai ragazzi per il futuro e per la loro crescita“.

Il passaggio dall’euforia alla delusione potrà portare un contraccolpo psicologico?

Credo che gli elogi del nostro presidente dopo la partita siano una consolazione notevole dopo la sconfitta. Anche io ho fatto i complimenti ai ragazzi, perché siamo arrivati a un passo dal vincere un torneo senza mai perdere una partita sul campo. In questi casi o si reagisce o ci si butta giù, come è successo lo scorso anno. Ma sono convinto, anche guardando lo sguardo dei ragazzi nello spogliatoio, che questa squadra abbia una gran voglia di reagire, di trarre stimolo da quanto siamo riusciti a fare per affrontare in maniera positiva il finale di stagione“.

Non è arrivata la coppa, ma il supporto dei vostri tifosi è un segnale importante di quello che siete comunque riusciti a fare.

Il risultato che volevamo era ovviamente la vittoria, ma siamo contenti di aver richiamato così tanti tifosi per sostenerci. Abbiamo cercato di onorare la maglia e il loro supporto, così come quello della dirigenza al completo e dei ragazzi della scuola calcio che erano sulle tribune“.