Viareggio Cup, Nania-Venezia: risultato finale e cronaca della partita

Una squadra di fronte all’altra per provare a conquistare la seconda piazza del Girone 5 e sperare di acciuffare la qualificazione agli ottavi di finale. L’obiettivo è chiaro sia in casa Nania che in casa Venezia, di fronte questo pomeriggio allo stadio “La Pruniccia” di Strettola (LU). Con il Parma già sicuro del primo posto, le due formazioni si affrontearanno come detto per conquistare la seconda piazza: in caso di pareggio il Venezia arriverebbe secondo ma potrebbe non bastare per approdare alla fase ad eliminazione diretta. Oltre alle prime in classifica, passeranno agli ottavi le migliori tre seconde del Gruppo A.

LA PARTITA

Al termine di un rimonta quasi epica il Venezia vince ed ora attende di capire se passerà o meno come una delle migliori tre terze. La formazione lagunare inizia male la partita e al 40′ della prima frazione di gara si trova sotto di due reti contro il Nania: entrambe le reti portano la firma di Asante. Nel recupero del primo tempo arriva però lo squillo dei veneti con Pimenta, poi nella ripresa la rimonta viene completata con Pozzebon al 70′ e con la rete di Ripanto, arrivata praticamente a tempo scaduto. Il Nania, in dieci per tutto il recupero del secondo tempo, spreca l’occasione per poter passare agli ottavi di finale, il Venezia invece chiude seconda nel Girone 4 ed ora spera. In caso di sconfitta dell’Atletico Panamaense contro il Torino (in campo in questo momento), passerebbe alla fase ad eliminazione diretta. In caso di pareggio o vittoria dei brasiliani, i lagunari sarebbero condannati.

IL TABELLINO DI NANIA-VENEZIA VIAREGGIO CUP

Marcatori: 11′-40′ B. Asante (N), 45’+2 Pimenta (V); 70′ Pozzebon (V), 90’+8 Ripanto (V).

Nania: Osei, Nsobila, Abloh (52′ Lepoady), Boye, Atadana, Asampana, B. Asante, Sowah, Awenate, Martey, Amoh. A disp.: Bawa, Issaka, Amugi. All.: Walker.

Venezia: Enzo, Tagliapietra, Soldati, Cavalli, Peresin (46′ Ripanto), Cataldi (57′ Simeoni), Marchesan, Stalla (30′ Pimenta), Buso, Rossi (46′ Schmalbach), Pozzebon. A disp.: Daffrè, Vecchiato, Candic, Imbrea, Basso, Pasqualato, Masi. All.: Marangon.

Arbitro: Sig. Galipò di Firenze.

Ammoniti: Osei (N), Atadana (N), Abloh (N).

Espulsi: Martey (N).