Viareggio Cup, Milan-Spezia: le pagelle dei rossoneri

Soncin 6: decisamente sfortunato, prima sull’incornata dell’1-1, dopo una buona respinta su Morachioli, poi nell’occasione del 2-2, vittima di una sfortunata deviazione che sporca la traiettoria del tiro spiazzando il numero uno dei diavoli.

Abanda 6: il francese scambia bene con il suo compagno di reparto, Capanni. Qualche pecca invece in fase difensiva. Dal 79^ Barazzetta s.v. .

Djalò 5,5: il play basso non tiene sempre salda la catena difensiva che nelle occasioni di entrambi i goal lascia ampi spazi.

Merletti 5:  si perde, quasi come ipnotizzato dalle percussioni e dai dribbling di D’Eramo e dalle avanzate, nel secondo tempo, di Klimavicius. Disattento anche sui calci piazzati.

Negri 6,5: il capitano tenta di sorprendere in più occasioni il portiere degli spezzini con pericolose rasoiate e trascina con il suo sprint l’avanzata dei rossoneri.

Sala 6,5: riesce quasi sempre a imporsi in mezzo alla sua prateria con forza e tenacia.

Brambilla 5,5: non al 100% la sua espressione all’uscita dal campo da gioco racconta la sua prestazione quest’oggi. Dal 67^ Michelis che ripete lo stesso copione.

Capanni 6,5: È lui a disegnare, con grande maestria e abilità, la parabola che supera lo slancio di Mazzini e incontra l’incornata vincente di Maldini. Dal 67^ Capanni s.v .

Mionic 5,5: decisamente assente nella manovra offensiva dei diavoli. Dal 67^ Frigerio s.v. .

Maldini 7,5: dimostra di aver conquistato l’eredità del padre. Fa scaldare gli animi dei tifosi grazie ad una strepitosa doppietta e una traversa nei primi minuti del primo tempo.

Tonin 6,5: non si fa oscurare dalla grande prestazione del suo compagno Maldini. Mostrando le sue qualità come fruttuosa punta centrale, sigla il 2-2 con un tapin vincente. Dal 79^ Haidara s.v. .