Viareggio Cup, Parma-Venezia: le pagelle dei crociati

Corvi 6,5: attento su ogni pallone. Non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Buso che porta all’1-1, ma può vantare di riflessi super su ogni tiro da parte degli avversari. Vola come sospeso in aria sull’incornata di Buso al 20^.

Bane 6,5: recupera, corre e lotta fino alla fine. Un modello di difensore da far già invidia ai suoi colleghi più grandi.

Botturi 6,5: insieme al suo compagno di reparto Bane, completa la cerniera difensiva diventando decisivo su molte occasioni. Salva un goal fatto al limite al minuto 29 . Promosso a pieni voti. Dal 72^ Davitti s. v. .

Di Maggio 6,5: il suo binario è invaso dalle sue galoppate avanti e indietro. Prova di sacrificio per questa giovane freccia rossa.

Vecchi 6: prova senza infamia e senza lode per il terzino impegnato sul fronte sinistro. Nel complesso si muove bene lungo la fascia.

Madonna 7: ” il valore è misurato in quanto uno può dare “, lo affermava Einstein, e lo sa bene anche il giovane mediano Madonna , indulgente su un numero enorme di palloni. Fornisce anche l’assist per il goal di Colley con altrattanto altruismo.

D’Aloia 6: buona partita di contenimento. Il mediano tiene testa ai ritmi elevatissimi del primo tempo.

Colley 6,5: arriva puntuale all’appuntamento sulla palla di Madonna. il ghanese, attento su ogni azione è anche vittima del fallo da rosso di Mazzoletti, segno indelebile della partita. Dal 55^ Camara s. v. .

Tardivo 6: spunti positivi, e buone giocate per il giovane trequartista.

Montipò 6: forse non al 100% la sua prestazione, ma grande impegno per il vertice dell’area.

Davordzie 5,5: quasi invisibile e passivo alla manovra dle Parma. Dal 72^ Fransson s. v. .

(Dal 68^) Kone 6.5: È lui  l’autore del missile che si va ad insaccare all’incrocio e con un marchio indelebile congela il risultato sul 2-1.