Viareggio Cup, le parole di Pagliari a MondoPrimavera.com

Parte con il piede giusto il Perugia che, nella sua prima gara in Viareggio Cup, ha avuto la meglio sul Westchester United per 2-1. A fine gara, il tecnico degli umbri Giovanni Pagliari ha commentato la vittoria dei suoi ragazzi in esclusiva per MondoPrimavera.com.

Mister, un ottimo esordio in una partita che si era complicata per il gol subito a fine primo tempo.

“Secondo me più che altro si è complicata per le 5/6 palle gol che abbiamo fallito a tu per tu col portiere. Il calcio è veramente micidiale: dopo aver fallito tante occasioni, al minuto 44’ abbiamo subito gol su palla inattiva al primo tentativo degli avversari. Un episodio che poteva ammazzarci. Invece i miei ragazzi sono stati veramente bravi. Anche chi è entrato ha fatto bene e credo che la vittoria sia ampiamente meritata”.

Tra i giocatori entrati a gara in corso c’è Cavaliere, tra i migliori in campo, oltre ad altri che hanno dato il loro contributo. Avere alternative di qualità e positivo in un torneo come la Viareggio Cup?

“Sicuramente è un aspetto positivo, ci sono molte partite ravvicinate. Cavaliere era reduce dalla partita contro il Lecce in cui aveva giocato titolare, è entrato è ha fatto molto bene. Con il suo ingresso siamo passati al 4-3-1-2. Importante gestire le forze, per il girone penso che ce la giocheremo con il Krasnodar”.

Alla luce di quanto visto contro il Westchester, pensa che la sua squadra debba migliorare di più in fase di rifinitura o di finalizzazione?

“Certamente in fase di finalizzazione. Da tutto l’anno che cerchiamo di migliorare: certe volte ci bastano due occasioni, altre invece abbiamo bisogno di creare dieci palle gol per vincere. Serve maggiore cinismo nelle prossime gare”.

Nella prossima sfida affronterete la Fiorentina: cosa ne pensa della squadra di Bigica?

“I viola sono una delle squadre più forti d’Italia insieme all’Atalanta. Ha raggiunto la finale di Coppa Italia ed occupa le prime posizioni in campionato. Stiamo parlando del top in Italia: so bene che non troveremo un avversario facile”.