Primavera 1, Palermo-Juventus 1-1: le pagelle dei rosanero

Avogadri 7: due super parate caratterizzano la sua partita, conclusa con un gol subito solo su calcio di rigore. Una delle sue migliori prestazioni in stagione.

Sicuro 6,5: ottima partita quella dell’esterno di difesa rosanero, autore di alcune chiusure decisive e di qualche ripartenza (dal 63′ De Marino 6: svolge al meglio il suo compito nel sostituire il compagno).

Gallo 6,5: l’esterno con la maglia numero 3 è autore di una grande partita. Molto bene in difesa, ma le sue grandi qualità le mostra in fase offensiva; è lui l’autore dell’assist e della galoppata decisiva sulla fascia che ha portato al gol di Birligea.

Fradella 6: lavora bene con il compagno di reparto e con tutta la linea difensvia e, a parte qualche attimo di insicurezza, gioca una partita sufficiente.

Petrucci 6: anche l’altro centrale rosanero gioca una buona partita, andando pure vicino al gol durante il primo tempo con una sforbiciata mancata (dal 63′ Montaperto 6: entra in campo dando la spinta giusta per agguantare il pareggio).

Mendola 6,5: ottima gara quella del numero 6 dei siciliani, soprattutto durante la prima parte del secondo tempo. Verso la fine del match inizia a sentire la stanchezza e perde un po’ di lucidità (dall’85’ Gambino S.V.).

Rizzo 6,5: la sua esperienza si rende di fondamentale importanza nel match contro la Juventus. Bene le sue solite cavalcate lungo la fascia e il suo supporto in difesa.

Santoro 6,5: in mezzo al campo è sempre molto prezioso. Gestisce lui la maggior parte delle giocate di impostazione dei rosanero, riuscendo a tenere il campo per tutti i 90 minuti.

Cannavò 6,5: fa a sportellate con tutta la linea difensiva dei bianconeri, andando più volte vicino al gol. Tiene alti i ritmi correndo per tutto il match.

Birligea 7,5: è l’uomo partita del match contro la Juventus. Dopo aver cercato la via del gol per tutta la durata della gara, trova la rete che vale il pari quasi al 90′ minuto, con una zampata vincente che anticipa il difensore avversario.

Lucera 6: prestazione un po’ sottotono per il numero 11 rosanero. Ha qualche difficoltà nei contrasti fisici con gli avversari e non viene cercato molto durante il match (dal 67′ Costantino 6: la sua esperienza serve a impostare meglio il gioco dei rosanero dando solidità al centrocampo).