Viareggio e campionato, parla il tecnico della Ternana Berretti Mariani

I giovani della Ternana crescono bene. La stagione corrente sta infatti regalando soddisfazioni a iosa alle giovanili rossoverdi. Insieme all’Under 16, in testa al proprio girone di appartenenza, spicca anche la Berretti, compagine che divide il primo posto con la Viterbese. Un primato che recita 36 punti, con 11 vittorie, 3 pari e 2 sconfitte. Successi ottenuti sotto la guida dell’allenatore Ferruccio Mariani, per un breve periodo della scorsa stagione al timone della prima squadra rossoverde in B. Proprio quest’ultimo, ha parlato ai microfoni di MondoPrimavera: “Non c’è un segreto particolare dietro a questi successi – afferma il tecnico di Acilia –, dico solamente che ho la fortuna di avere ragazzi in gamba, dediti al sacrificio e al lavoro. E’ un gruppo composto da 2000 e 2001, che ha ancora margini di miglioramento. Ovviamente continuando sulla strada del lavoro settimanale”.

Tutto vero, perchè appunto, non basta solo il talento per arrivare al top. Penso che il lavoro settimanale sia molto importante – continua Mariani – al di là dei risultati, in un settore giovanile, viene prima la crescita del ragazzo che passa attraverso il lavoro, il sacrificio, l’organizzazione e sotto quest’ultimo punto di vista, devo ringraziare patron Bandecchi”. La Ternana è stata inserita in un girone, quello del centro-sud, dove non manca agonismo e voglia di vincere. E’ un girone impegnativo, dove c’è molto agonismo. Sinceramente a livello tecnico mi aspettavo qualcosa in più. Ci sono cinque/sei squadre interessanti e una di queste è la Cavese, compagine arcigna, che gioca a calcio. L’affronteremo nel prossimo turno, dopo la sosta di questa settimana. Siamo in un buon momento, veniamo infatti dal 4-0 rifilato alla Sambenedettese”.

Mister Mariani, sposta poi l’attenzione sul gruppo: “Sto apprezzando tutti perchè sono degli ottimi atleti/ragazzi. Non posso non citare Niosi e Filipponi che hanno segnato tanto, ma nemmeno i vari Mennini, Mazzarani, Mercuri, Nesta e Pavanello, calciatori in orbita prima squadra. La stagione è ancora lunga, un’altra occasione importante per la crescita di tutti sarà il Torneo di Viareggio”.

Un bel banco di prova quindi il Viareggio, la Ternana è nel girone 3 con Bologna, Bruges e America de Calì…“Girone difficile. Il Bologna è primo nel suo raggruppamento del Primavera, il Bruges ha fatto bene nella Youth League e anche l’Amerca de Calì è da rispettare. Non partiamo assolutamente battuti, perchè come dico sempre, le partite vanno giocate. Sarà una bella vetrina e quindi andiamo in Toscana con tanta voglia di far bene”. Insomma il dado è tratto, gli obiettivi sono nel mirino, ma Mariani ci tiene ancora a precisare: “Il nostro primo obiettivo è quello della crescita del giovane calciatore, l’altro è quello di disputare le finali scudetto”.

 

Foto: Stefano Principi/Ternana calcio