Torino-Fiorentina: le pagelle dei viola

Ghidotti 6: il portiere viola si fa notare con un paio di uscita, tra cui quella su Belkheir nel corso del primo tempo. Per il resto, non viene molto impegnato.

Ferrarini 6,5: ennesima prova convincente dell’ultimo periodo per il terzino destro. Intraprendente sulla sua corsia di competenza, mette in mezzo sempre palloni interessanti. Qualche sofferenza di troppo sul piano difensivo dopo l’ingresso di Petrungaro.

Gillekens 7: ottima partita per il centrale viola, che contiene nel migliore dei modi gli attaccanti granata. Nel corso della ripresa sfiora anche il gol.

Antzoulas 7: contribuisce enormemente alla grande prova della fiorentina dal punto di vista difensivo. Sempre attento in area di rigore quando il Torino prova ad attaccare.

Ponsi 6: buon lavoro in fase di contenimento per l’esterno difensivo. Non si propone molto sulla corsia di sinistra.

Beloko 6,5: partita da vero e proprio box to box, dato che recupera diversi palloni nella sua metà campo per poi arrivare fino all’area avversarie e servire le punte. Viene espulso nel corso del recupero, per un discutibile fallo su Adopo.

Lakti 6: il capitano gigliato dà un contributo importante in fase d’interdizione. Meno preciso, invece, quando deve orchestrare la manovra offensiva.

Meli 6: prova di sostanza nella zona nevralgica del campo per il centrocampista. Non mancano, come al solito, i suoi inserimenti in area di rigore. (dal 73’ Hanuljac 6: conferisce nuova freschezza alla mediana viola nella parte finale della gara).

Montiel 6,5: parte da destra per poi svariare su tutto il fronte offensivo. Suo l’assist per l’1-0 di Vlahovic, dopo aver rubato palla al limite dell’area a De Angelis. (dall’83’ Longo s.v.).

Vlahovic 6,5: Partita non facile per il centravanti, dato che non ha avuto molte palle gol. Come ogni attaccante che si rispetti, però, sfrutta al prima che gli capita freddando Gemello e portando in vantaggio la sua squadra.

Maganjic 6,5: in alcuni momenti della gara è un po’ in ombra ma, quando arriva il pallone giusto, si fa trovare al posto giusto. Accade in occasione del 2-0, quando deposita alle spalle di Gemello un pallone arrivato nella sua zona dopo una serie di interventi mancati. (dal 73’ Koffi 6: non ha molte occasioni per farsi notare con i suoi classici spunti).