Soncin 6 È lui che più di tutti paga, quest’oggi, gli errori della difesa rossonera. Costretto ad un’uscita pericolosa su Portanova, commette il fallo sanzionato con il penalty: incolpevole invece sulla ribattuta di Moreno, dopo aver salvato il tiro di Markovic.

Barazzetta 6 Tanta corsa e tanto cuore quest’oggi per il terzino rossonero. Dopo il gol di Portanova, è proprio da quella parte che il Milan trova gli spazi giusti per affondare il colpo. Cerca più volte il cross vincente, ma si fa sentire anche in difesa, chiudendo al meglio Monzialo. (45′ Bellanova 6 Entra in seguito all’infortunio alla mano del compagno, dando qualche energia in più alla manovra rossonera. È lui che mette in mezzo i cross più pericolosi quest’oggi, impensierendo i centrali bianconeri.

Djalo 6 Come si suol dire, buona la prima. Ci mette un po’ di tempo ad ingranare, ma dopo aver commesso un paio di erroracci in avvio di gara si riprende, esibendosi in diverse ottime chiusure. L’ex Sporting Lisbona dimostra di saperci fare anche con i piedi: insieme a Torrasi è lui, oggi, il motore della squadra.

Merletti 4,5 È a tutti gli effetti lui a concedere il rigore alla Juventus, cercando di deviare un pallone con un colpo di tacco difficilissimo. Annaspa per tutta la gara, messo in seria difficoltà da Monzialo prima e Moreno poi. Nel finale di gara perde le staffe, rischiando l’espulsione: il direttore di gara lo grazia, ammonendolo solamente.

Ruggeri 5,5 Fatica parecchio quest’oggi, con una Juventus particolarmente esuberante su quel settore di campo. Non si fa vedere quasi mai in attacco, nemmeno quando il Milan controlla la partita: in difesa non riesce a chiudere bene su Lucas Rosa, che spesso riesce a scappare. (62′ Abanda 5 Il suo ingresso in partita è tutt’altro che positivo. Perde diversi palloni, fatica a tenere la marcatura. Poteva fare decisamente di meglio.)

Torrasi 6 Partita assai difficile in mezzo al campo, anche oggi il capitano rossonero non delude e ci mette tutto il suo impegno per gestire la manovra. Ci crede fino alla fine, lotta su ogni pallone e ne recupera di diversi in zona pericolosa.

Sala 6 Gioca una partita a tutto campo, lottando ovunque ce ne fosse bisogno. Non ha moltissime occasioni sul piede, ma senza le sue giocate e i suoi recuperi di palla quest’oggi il Milan avrebbe fatto molta più fatica di fronte alla mole di gioco della Juventus. (86′ Haidara sv)

Brescianini 6,5 Il migliore quest’oggi in mezzo al campo, è il primo a credere nel pareggio dopo il gol di Portanova. Impegna Dadone in un paio di occasione, altre volte non trova la porta per un soffio; rimane comunque un valore aggiunto per questo Milan, un jolly indispensabile in grado di fornire un grande supporto agli attaccanti.

Tsadjout 6 Abbastanza sottotono nel primo tempo, in cui non ha molte occasioni sul piede, si riprende invece nel secondo, durante il quale spazia maggiormente sul fronte offensivo. Ci prova non solo da posizione centrale, ma spesso e volentieri si allarga sulla destra, per portare via il marcatore e liberare i compagni per l’inserimento.

Maldini 6 Ci mette tanta grinta fin dal primo minuto, ma più di una volta le sue giocate sfociano in diversi interventi fallosi. Non gioca però una brutta partita: è lui il filtro e il motore dell’attacco rossonero, ogni pallone giocabile deve prima passare dai suoi piedi. (78′ Olzer 6 Il suo ingresso in campo consente al Milan di lanciarsi in avanti, cercando il gol del pareggio: lui supporta discretamente bene la manovra.)

Capanni 6,5 Il vero eroe di giornata rossonero, anche oggi a segno con un vero e proprio gol d’autore. Il suo momentaneo pareggio rinvigorisce il Milan, che inizia a macinare gioco e a schiacciare la Juventus fino al fischio arbitrale. Ma non solo: è l’ultimo a mollare, e cerca di impensierire Dadone fino alla fine.