Primavera 1, Genoa-Empoli: le pagelle dei rossoblu

Russo 7: partita straordinaria quella giocata dal numero 1 rossoblu: salva in più occasioni il risultato, soprattutto sulle conclusioni di Montaperto, e si improvvisa anche assistman con un lancio perfetto che permette a Bianchi di segnare il gol del momentaneo 2-0.

Candela 6: prestazione sufficiente per il classe 2000 che in fase difensiva non concede molto e si fa vedere, in qualche circostanza, anche in quella offensiva con un paio di cross per i compagni.

Piccardo 6,5: solita prestazione positiva per il numero 3 rossoblu: non concede nulla o quasi agli avversari, chiudendo molti dei loro attacchi, e si rende propositivo anche nella manovra offensiva, anche grazie alla sua velocità.

Da Cunha 6: buona partita anche per il difensore portoghese che concede poco agli avversari ed esce vincitore da molti dei contrasti effetutati con i giocatori azzurri, sia quelli palla a terra, sia quelli aerei.

Raggio 6: partita simile a quella giocata dal compagno di reparto per il classe 2001: pochi spazi concessi e duelli aerei quasi tutti vincenti.

Zvekanov 6: prestazione sufficiente per il centrocampista rossoblù: buoni passaggi per i compagni, diversi palloni recuperati e posizione corretta mantenuta in campo. (86′ Masini Sv).

Karic 6,5: buona partita quella giocata dal centrocampista svedese: apre le marcature con un destro incrociato perfetto e per il resto della partita sforna passaggi precisie recupera diversi palloni.

Schafer 6: il centrocampista classe 1999 conferma ciò che di buona aveva fatto nello scorso match: passaggi precisi e diversi palloni recuperati caratterizzano la sua partita.

Bianchi 7: solita ottima partita per il capitano rossoblu: sfrutta il perfetto lancio di Russo per siglare il secondo gol del Genoa con un gran destro all’incrocio. Prezioso anche in fase di non possesso con il recupero di diversi palloni, anche nella propria metà campo. (88′ Gasco Sv).

Cleonise 6: l’attaccante classe 2001 si conferma dopo la buona partita contro il Torino: crea diverse occasioni grazie alla propria velocità e ad un ottimo dribbling, ma non è sempre preciso in fase di finalizzazione.

Szabo 5,5: altra partita opaca per l’attaccante ungherese: non riesce mai a rendersi pericoloso e non è mai nel vivo della manovra offensiva del Genoa. (68′ Ventola Sv).