Gavagnini 6,5: un paio di interventi degni di nota, forse potrebbe fare qualcosa di più sul primo gol.

Antonowicz 5: Perde Visconti sul primo gol, nel secondo tempo finisce la sua gara dopo aver steso Mazza con un’entrata col piede a martello pericolosissima.

Lordkipanidze 6: Scontro alla pari con Lunghi, a volte sembra avere la meglio ma non riesce mai ad alzare il baricentro della sua squadra.

Calgaro 6I primi minuti è coraggioso a costruire l’azione dal basso nonostante la pressione alta delle punte avversarie, non compie gravi errori.

Stefani 6: una difesa che subisce due gol non può godere di voti strabilianti, ma il suo intervento in recupero su Visconti è monumentale.

Ruggero 5,5: Sembra soffrire Nivokazi e Krastev per la loro bravura nel proteggere palla, anche lui come Calgaro coraggioso quando deve giocare palla a terra.

Illuminato 6,5: É il perno della squadra: vertice basso del centrocampo, spesso deve scendere in mezzo ai centrali per andare a prendersi il pallone, meritava di più.

Iacovelli 5: Militari gli nasconde la palla per tutta la partita, non crea mai occasioni con inserimenti e non cerca mai la verticalizzazione verso gli attaccanti. (dal 70′ Menato 6: schierato per dare più densità davanti, entra bene in partita)

Moro 6: Qualche timida occasione, coi difensori del Bologna bisogna darsi da fare maggiormente.

Telesi 5,5: Prova in progressione a rendersi pericoloso in contropiede ma i suoi attacchi non vanno mai a buon fine. (dal 62′ Vrikkis 6: pochi sprazzi, era difficile incidere vista la situazione ma almeno ci prova)

Finessi 6,5: É soltanto dai suoi piedi che il Padova poteva sperare di rendersi pericoloso: bene nell’uno contro uno, non trova il gol per merito dei difensori avversari, delizia il pubblico con uno stop degno della grande scuola brasiliana: finesse. (dal 85′ Sadiku s.v.)