Primavera Tim Cup, Atalanta-Torino, le pagelle dei granata

Gemello 5.5: entrambi i portieri vengono battuti diverse volte in questo pomeriggio ma ha colpe solo sul quarto gol. Sul rigore il portiere granata intuisce anche ma senza arrivarci. Tiene a galla la squadra in diverse occasioni con parate importanti.

Gilli 5.5: gli avversari di oggi sono scomodi anche per il numero 2 che perde la sfida diverse volte. Al 70′ deve uscire per un problema muscolare. ( dal 70′ Enrici s.v.: il suo ingresso non cambia nulla, nè in negativo nè in positivo.)

Ambrogio 5: partita sfortunata per il numero 3 che in apertura commette il fallo da rigore su Zortea e continua non bene la sua breve partita. ( dal 25′ Petrungaro 7: è lui il cambio fondamentale. Sposta gli equilibri e mette a dura prova anche la solida difesa nerazzurra. Il gol del momentaneo 2-3 porta la sua importante firma.)

Ferigra 5.5: come i compagni di reparto soffre la forza non indifferente dei bergamaschi e viene ferito dagli attaccanti.

Onisa 6: i suoi avversari sulla fascia sono la coppia Zortea-Peli, lavoro difficile quindi, che però riesce a contrastare in qualche occasione.

Sportelli 6: anche il numero 6 soffre l’attacco nerazzurro in grande forma. Ci prova ma diverse volte gli sfuggono e non riesce a contrastarli.

De Angelis 6.5: inizia la partita con un tiro che per poco non ferisce Carnesecchi. Sul 2-0 atalantino perde palla in mezzo al campo e permette la ripartenza che porterà proprio al raddoppio. Si fa perdonare grazie ad un buonissimo assist.

Adopo 6: difficile anche per lui reggere l’Atalanta quando parte dalla metà campo. Gli avversari lo mettono a dura prova quest’oggi. (dall’80’ Michelotti s.v.)

Rauti 6.5: non molla mai il numero 9 che riaccende il Torino sotto di 2-0 con un bel colpo di testa. Riesce poi a mettere a segno il gol del 2-2.

Kone 6: più bloccato rispetto al solito. Il trequartista cerca spesso la giocata ma viene fermato dai bergamschi. Nel finale fa tremare la traversa nerazzurra.

Millico 6.5: chi se non lui a riaprire la partita. Firma il primo gol granata facendo lo slalom tra i difensori.