Benritrovati lettori ed appassionati. Eccoci con un nuovo appuntamento di “Data Analysis”, la rubrica targata MondoPrimavera che mette ai raggi X giocatori e squadre del Campionato Primavera italiano. Dopo le precedenti puntate (QUI per gli altri link), torniamo ad occuparci di singoli giocatori e torniamo a farlo grazie alla collaborazione impeccabile degli amici e colleghi di FootureLab.

Oggi puntiamo la lente di ingrandimento su Devid Bouah, promessa del vivaio della Roma di cui avevamo scritto anche su La Giovane Italia. Nonostante la rottura del legamento crociato, il giovane Devid ha da poco rinnovato il contratto con il club capitolino che ha tutte le ragioni per voler continuare a credere in lui. Fino al momento dell’infortunio il giovane Devid stava dimostrando che la fiducia riposta in lui dai dirigenti del settore giovanile era più che fondata: 13 presenze tra campionato e coppa, 6 gol e 2 assist – numeri da ala offensiva – ed ottime prestazioni che hanno convinto anche Di Francesco a chiamarlo, insieme a Riccardi e Marcucci, per la prima panchina in Serie A.

👇 SCOPRIAMO INSIEME IL GIOVANE TALENTO GIALLOROSSO👇

DEVID BOUAH – 2001, DIFENSORE DELLA ROMA 

Devid Bouah è un terzino destro, nato a Roma il 13 agosto del 2001.

Approda nel settore giovanile del club capitolino all’età di 10 anni, prelevato dalla Lodigiani, è indubbiamente uno dei pezzi pregiati dell’annata dei 2001 della Primavera, insieme a Greco, Riccardi e Semeraro.

A fine novembre, nella gara contro la Fiorentina del campionato Primavera, ha subìto la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, ma il club ha confermato piena fiducia nelle capacità del ragazzo, rinnovando recentemente il contratto sino al 2021.

Fatta questa premessa, dal database degli sportsdata Footure Lab, andiamo a capire quali sono le sue caratteristiche e cosa ha fatto vedere in questa prima parte di stagione, augurando al ragazzo una completa e pronta guarigione quanto prima.

CARATTERISTICHE GENERALI

Dalle caratteristiche generali possiamo notare come vi sia un equilibrio tra le varie fasi di gioco, con una prevalenza normale in fase difensiva (parliamo comunque di un terzino, schierato a destra nel 4-3-3 di Mister De Rossi), che partecipa alla manovra attivamente, dando un ottimo contributo anche in fase offensiva.

 

 

 

 

 

 

PLAYMAKING

 

Devid Bouah è un terzino con buone doti tecniche, che partecipa alla fase di possesso con una media di 18 passaggi a partita e una percentuale positiva del 94%: questo dato, che oggettivamente risulta alto, ha comunque bisogno di essere elaborato.

Come incide in questa fase?

Attraverso il passaggio al compagno più vicino o comunque con un passaggio corto in maniera maggiore e, in misura nettamente inferiore, attraverso un passaggio di scarico e il giro palla.

Ricerca la verticalizzazione 0,8 volte ogni 10 passaggi, denotando quanto preferisca giocare più semplice (il che non denota mancanza di qualità o di personalità, ma nel contesto in cui opera può essere un bene), evitando giocate forzate e spiegando così la percentuale di passaggi positivi.

 

FASE OFFENSIVA

Il giocatore ha ricoperto, nelle categorie del settore giovanile, il ruolo di esterno offensivo: ecco spiegato la sua ottima propensione per questa fase, dove si distingue per l’1 vs 1 (in diversi casi vincente in una zona del campo ultra-offensiva), gli smarcamenti in sovrapposizione nella metà campo avversaria e i cross.

Come riportato dai grafici sotto, il 37% dei cross (o traversoni) risulta vincente, ovvero raggiunge un compagno in area di rigore, una percentuale rilevante.

Autore anche di diversi assist (non tutti hanno portato al gol), come quelli delle partite giocate contro Inter e Atalanta.

 

FASE DIFENSIVA

In fase difensiva Devid Bouah si dimostra essere un giocatore attento e concentrato, difficile da superare nell’1 vs 1 difensivo, soprattutto nella zona difensiva e ultra-difensiva; anche nei duelli mostra una crescita costante, come mostrano i grafici sotto.

Buone qualità anche nell’intercetto dei cross avversari, nei contrasti e negli anticipi bassi; ha indubbiamente dei margini nei duelli aerei.

Influenzato dal contesto collettivo è il dato sulle zone di recupero palla: la Roma è tra le formazioni del campionato Primavera che più utilizza la transizione difensiva con obiettivo di riconquista immediata della palla.

Ecco spiegato il 50% dei palloni recuperati in zona offensiva.

 

 

 

 

 

 

CONCLUSIONI

Possiamo concludere questa analisi generale di Devid Bouah con la seguente sintesi:

  • Ottime doti nell’1 vs 1, con leggera predisposizione offensiva rispetto a quella difensiva
  • Predilige la trasmissione corta della palla, centellinando le verticalizzazioni ma preferendo la giocata più sicura in appoggio ai centrocampisti o in scarico
  • Buone doti nell’accompagnare la fase offensiva attraverso lo smarcamento in sovrapposizione
  • Buone doti nei cross, diversi sono gli assist scaturiti da questa situazione di gioco
  • Percentuali di recupero palla in zona offensiva importanti
  • Buone qualità difensive nel contrasto e negli anticipi bassi
  • Margini di miglioramento nei duelli e negli anticipi aerei

 

📋 PER RICHIEDERE IL REPORT COMPLETO,

📧  SCRIVI A INFO@FOOTURELAB.COM

 

❓ Sei un match/video analyst e vuoi dare spazio ai tuoi contenuti sulla nostra piattaforma?

👍 Accettiamo solo analisi relative a giocatori Under 21 e su partite di categorie dal Campionato Primavera in giù.

📧  Inviaci il tuo contributo a info@mondoprimavera.com