Primavera Tim Cup, Juventus-Genoa: formazioni ufficiali e risultato LIVE

Ritorna la Primavera Tim Cup, e lo fa in grande stile. Tra le sfide in programma in questo mercoledì di metà dicembre, spicca l’incontro dell’Ale&Ricky di Vinovo tra Juventus e Genoa. Il cammino dei bianconeri nella competizione inizia proprio quest’oggi: una partita, tra le mura amiche, per coltivare il sogno di vincere questo trofeo e dare continuità a questo percorso parallelo a campionato e Youth League. Discorso diverso per il Genoa, già sceso in campo nella manifestazione nella vittoria per 1-0 contro la Cremonese. I grifoncini si presentano a questo appuntamento con l’obiettivo di tentare lo scacco matto in casa bianconera, risollevando anche il morale dopo i due k.o. consecutivi in campionato. Appuntamento, dunque, alle ore 14.30 all’Ale&Ricky di Vinovo, con MondoPrimavera.com a tenervi compagnia con le emozioni del match minuto per minuto. A seguire, le pagelle di Juventus e Genoa.

LA PARTITA – (dal nostro inviato a Vinovo Marco Baridon)

FISCHIO D’INIZIO! Cominciata la sfida tra Juventus e Genoa.

3′: fase di equilibrio in questi primi minuti di partita. La Juventus ha provato a sorprendere la retroguardia rossoblù con alcuni spunti interessanti targati Monzialo, mentre sul versante opposto Pina Nunes è stato murato al momento dal tiro dalla difesa bianconera.

6′: prima occasione per il Genoa! Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Pina Nunes è libero a centro area per staccare di testa, non riuscendo però a dare forza alla sua incornata per impensierire Israel.

10′: granitica, fino a questo momento, la difesa genoana. Con la Juventus riversata nella metà campo rossoblù, la linea difensiva di mister Sabatini non si è mai fatta sorprendere. Degne di nota, infatti, le chiusure provvidenziali in scivolata di Da Cunha e Bellich ad interrompere sul nascere i pericoli di matrice juventina.

13′: è Monzialo il più pimpante in questo avvio di partita. Gioca molto sulla sinistra la Juventus, aggrappandosi alle sovrapposizioni di Anzolin e alla verve offensiva dell’esterno ex Caen. Molto concentrato Gasco, che sta respingendo con attenzione le minacce provenienti dal suo binario.

16′: gioco molto spezzettato. Due falli nel giro di un minuto ai danni di Portanova e Nicolussi Caviglia commessi da Pina Nunes e Masini. Attento il direttore di gara, che ha ravvisato le scorrettezze concedendo calcio di punizione in favore dei bianconeri. Nulla di fatto, però, sugli sviluppi del calcio piazzato.

18′: occasione per la Juventus! Boloca anticipa con tempismo il suo diretto marcatore, servendo in avanti Monzialo. Il numero sette imbuca centralmente all’indirizzo di Nicolussi Caviglia che si porta il pallone sul sinistro ma la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete.

22′: ottima azione orchestrata dai padroni di casa, con una ragnatela di passaggi corti cucita con grande mestiere. Il pallone giunge sulla destra sui piedi di Bandeira, che calibra un cross lungo sul secondo palo fuori misura per i suoi compagni a centro area.

24′: Portanova cerca l’eurogol! Il centrocampista classe 2000 ha visto Russo fuori dai pali, cercando di beffare l’estremo difensore del Genoa con un pallonetto dal cerchio di centrocampo. Ottima l’idea, coraggiosa la realizzazione, con la sfera controllata in due tempi dal numero uno rossoblù.

28′: poche, pochissime emozioni in questo primo tempo. Dominio delle due difese, che fino a questo momento stanno concedendo pochi spazi ai rispettivi attacchi per graffiare.

31′: calcio di punizione in favore del Genoa dal versante di sinistra. Piccardo scodella un pallone morbido a centro area, con l’uscita sicura di Israel che blocca il pallone e sventa una possibile minaccia verso la sua porta.

33′: Petrelli alza la testa e vede l’inserimento di Francofonte. Tocco sotto dell’attaccante della Juventus che sbaglia la misura del passaggio, regalando il pallone a Russo. In balia dei difensori avversari il bomber classe 2001, troppo isolato in avanti dai compagni e poco servito.

36′: intervento in ritardo di Pina Nunes ai danni di Portanova. Il centrocampista portoghese ha calcolato male i tempi dell’intervento, entrato duramente sull’avversario con il pallone già scaricato. Fallo duro ma non cattivo, per questo motivo non sanzionato dal direttore di gara.

39′: Genoa vicino al vantaggio! Coast-to-coast di Masini al centro del campo e suggerimento largo per Candela. Il numero sette restituisce il pallone al compagno, che va sul fondo e mette in mezzo un pallone basso e teso, che attraversa tutto lo specchio della porta difesa da Israel senza che nessun compagno riesca ad intervenire.

42′: Anzolin calibra un cross velenoso sul primo palo, respinto in calcio d’angolo da Bellich. Sul punto di battuta si presenta Nicolussi Caviglia, la cui traiettoria molto alta di destro viene smanacciata in qualche modo da un attento Russo.

FINE PRIMO TEMPO! Terminano qui i primi 45′ di gioco tra Juventus e Genoa. Primo tempo equilibrato, combattuto, con poche emozioni e poche occasioni da gol da entrambe le parti. La ripresa si preannuncia apertissima.

 

INIZIA LA RIPRESA! Squadre nuovamente in campo per i secondi 45′.

46′: mister Sabatini opta subito per una sostituzione, inserendo Flavio Bianchi al posto di Leon Petrovic.

48′: subito Flavio Bianchi protagonista: destro a giro del numero 20 respinto con il ‘gambone’ da Boloca. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Israel esce e respinge con i pugni il pallone.

49′: risponde la Juventus, con l’inserimento offensivo di Francofonte. Il centrocampista classe 2001 approfitta del tanto spazio lasciatogli a disposizione dalla difesa rossoblù, cercando il tiro da fuori area per battere Russo. Conclusione smorzata, che carambola docile tra le braccia del portiere genoano.

51′: un’altra emozione in questo avvio di ripresa. Facchin controlla un buon pallone, incuneandosi pericolosamente nel cuore dell’area di rigore. Sinistro in precario equilibrio del numero nove, la cui conclusione coglie soltanto l’esterno della rete.

53′: calcio d’angolo in favore della Juventus. Pallone tagliato dentro l’area di rigore su cui Makoun non riesce ad intervenire sul secondo palo. Potenziale occasione per i bianconeri, più propensi ad attaccare e più pericolosi in questi primi minuti.

57′: Portanova semina il panico lungo l’out di sinistra, sfidando nell’uno contro uno Gasco. Non si fa sorprendere il terzino del Genoa, che resiste alla carica e conduce il diretto avversario oltre la linea di fondo.

59′: l’ingresso di Flavio Bianchi ha dato più vivacità all’attacco rossoblù. Il numero 20 riceve palla tra le linee, conducendo la sfera verso l’area di rigore della Juventus. Destro improvviso, poi, che si spegne a lato.

65′: Baldini corre ai ripari, cercando il tutto per tutto per vincere la partita. Entrano sul terreno di gioco Fagioli e Moreno, che prendono il posto di Francofonte e Monzialo.

68′: una Juventus rivoluzionata dall’ingresso in campo dei due gioielli offensivi. Più velocità, più spinta offensiva e più pressione nell’area di rigore avversaria. Resiste all’urto il Genoa, che difende il pareggio con tanti uomini e concede pochi spazi all’attacco juventino.

69′: doppia sostituzione anche in casa Genoa, dove Adamoli e Facchin lasciano il campo per Cleonise e Karic.

73′: Flavio Bianchi continua a regalare spettacolo. Splendida percussione a sinistra dell’ex Torino che alza la testa e scodella un pallone d’esterno dentro l’area di rigore. Cross tagliato, che attraversa tutta l’area senza trovare compagni pronti a colpire.

74′: GOL DEL GENOA! Passano in vantaggio i grifoncini, proprio nel segno di Flavio Bianchi. Il numero 20 salta come birilli i suoi marcatori, scivolando inizialmente a terra. Si rialza poi velocemente, proteggendo palla e liberandosi in un fazzoletto della marcatura di Makoun. A tu per tu con Israel, poi, mette a sedere il portiere bianconero e insacca a porta sguarnita.

76′: altre due sostituzioni per mister Baldini. Fuori Boloca e Portanova, dentro Gozzi e Frederiksen.

81′: lampo di Frederiksen! L’attaccante danese, servito in verticale da Morrone, si gira in poco spazio e lascia partire un destro violentissimo. Pallone in diagonale sul quale Russo non sarebbe mai arrivato, ma per sua fortuna la traiettoria sibila a fil di palo.

85′: ancora un cambio per la Juventus, con Markovic entrato al posto di Morrone.

87′: Frederiksen si divora il pareggio! Ben appostato sul secondo palo, il numero 19 ha avuto tutto il tempo per incornare in porta il delizioso traversone di Moreno, fallendo però il tap-in a pochi passi dalla porta.

89′: calcio di punizione da posizione favorevole per la Juventus, per un fallo di mano di Piccardo. Sul punto di battuta si presenta Frederiksen: sinistro potente del danese che si infrange sul muro genoano in barriera.

91′: cambio per il Genoa, con l’ingresso di Zvekanov al posto di Pina Nunes.

92′: GOL DELLA JUVENTUS! Calcio di rigore per la Juventus per un fallo in area ai danni di Anzolin. Dal dischetto si presenta Elia Petrelli che apre l’interno e battezza l’angolino.

FISCHIO FINALE! La rete di Petrelli fissa il punteggio sull’1-1, mandando l’incontro ai tempi supplementari.

 

INIZIANO I TEMPI SUPPLEMENTARI! Squadre nuovamente in campo per il primo tempo supplementare.

94′: Moreno cerca lo spunto sul binario di sinistra, cross deviato da Flavio Bianchi con il pallone che carambola sull’esterno della rete.

98′: è un assedio della Juventus in questa fase. Trovato il gol allo scadere, la formazione bianconera sta viaggiando sulle ali dell’entusiasmo, premendo sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio. Moreno continua ad essere il pericolo numero uno per la difesa rossoblù, cercando spesso l’uno contro uno e il dialogo con i compagni.

100′: proprio Moreno a puntare e sfidare Gasco. Sterzata sul destro e conclusione a giro che non inquadra la porta.

102′: ammonito Bellich, colpevole di essere entrato in ritardo su Moreno.

104′: cambio tra le fila del Genoa, con Dumbravanu che entra al posto di Piccardo.

112′: GOL DELLA JUVENTUS! Markovic porta in vantaggio i bianconeri! L’attaccante sfrutta nel migliore dei modi un pallone rimasto vagante in area dopo un cross di Bandeira, spedendolo alle spalle di Russo!

115′: Genoa in avanti a caccia del pareggio: Israel salva i bianconeri respingendo il colpo di testa ravvicinato di Da Cunha!

117′: ancora Genoa: stavolta è Bianchi a provarci, con una conclusione da fuori area che, però, non impensierisce troppo Israel.

120′: FISCHIO FINALE! La Juventus pareggia in extremis e poi la ribalta ai supplementari grazie a Markovic, autore di una rete che vale il passaggio del turno.

IL TABELLINO DI JUVENTUS-GENOA PRIMAVERA

Marcatori: 74′ Bianchi (G), 92′ rig. Petrelli (J), 112′ Markovic (J).

Juventus: Israel; Bandeira, Makoun, Boloca (76′ Gozzi), Anzolin; Francofonte (65′ Fagioli), Morrone (85′ Markovic), Nicolussi Caviglia; Monzialo (65′ Moreno), Petrelli, Portanova (76′ Frederiksen). A disposizione: Loria, Verduci, Capellini, Meneghini, Abou, Riccio, Tongya. Allenatore: Francesco Baldini.

Genoa: Russo; Gasco, Bellich, Da Cunha, Piccardo (104′ Dumbravanu); Adamoli (69′ Cleonise), Masini, Pina Nunes (91′ Zvekanov); Petrovic (46′ Bianchi), Facchin (69′ Karic), Candela. A disposizione: Raccichini, Ruggiero, Ceijcas, Gronberg, Criscito, Ventola. Allenatore: Carlo Sabatini.

Arbitro: Sig. Paride Tremolada di Monza.

Ammoniti: 89′ Piccardo (G), 93′ Gasco (G), 102′ Bellich (G), 113′ Markovic (J).