FOOTURE LAB – MONDOPRIMAVERA

Bentrovati lettori ed appassionati. Eccoci con un nuovo appuntamento di “Data Analysis”, la rubrica targata MondoPrimavera che mette ai raggi X giocatori e squadre del Campionato Primavera italiano. Dopo le precedenti puntate (QUI per gli altri link), torniamo ad occuparci di singoli giocatori e torniamo a farlo grazie alla collaborazione impeccabile degli amici e colleghi di FootureLab.

Oggi puntiamo la lente di ingrandimento su Pablo Moreno, attaccante della Primavera della Juventus. Arrivato all’inizio di questa stagione dal Barcellona, il talento spagnolo non ha finora tradito le attese. La stagione del classe 2002, ad oggi, conta già 13 presenze con la formazione Under 19 di mister Baldini, impreziosite da 3 gol e 4 assist. A ciò va inoltre aggiunta la presenza, seppur di pochi minuti, già maturata in Serie C grazie alla spola nell’Under 23 bianconera, quest’anno partecipante al torneo. Le partite finora disputate dal giovane spagnolo ci hanno dato l’idea di un giocatore estremamente tecnico e tatticamente intelligente, sia nel posizionamento in campo che nella costruzione di gioco. Se volete scoprirne di più, non vi resta che che leggere il report targato Footure Lab.

👇 SCOPRIAMO INSIEME IL GIOVANE TALENTO BIANCONERO 👇

 

PABLO MORENO (2002) – ATTACCANTE JUVENTUS

Nato il 3 maggio 2002 a Granada, Pablo Moreno è stato prelevato a luglio 2018 dalla cantera del Barcellona, in cui nelle giovanili ha messo a segno oltre duecento reti, delle quali trentuno nell’ultima stagione; il 18 novembre fa il suo esordio nella Juventus B, nella partita contro il Pontedera, entrando nei minuti finali. È un punto fisso delle rappresentative giovanili spagnole. Un giocatore dalla grande capacità di palleggio e che deve abituarsi ad un nuovo tipo di calcio, quello italiano: questo emerge sostanzialmente dall’analisi di Pablo Moreno, giocatore offensivo di Mister Baldini.

PLAYMAKING 

 

Impiegato esterno offensivo a sinistra nel 4-3-3 o a sostegno della punta nel 3-5-2, lo spagnolo si distingue comunque per le sue doti di dialogo con i compagni e la sua incisività in fase di playmaking.

Nonostante il suo impiego in zona offensiva, emerge la sua propensione al palleggio. 

Nella trasmissione palla dello spagnolo, predomina il gioco corto rispetto a quello lungo (96% vs 4%), con un prevalenza di passaggi al compagno più vicino (che vengono riportati come corti) e con buone doti nei passaggi chiave; la sua precisione si aggira intorno all’83%.

 

Ciò che spicca è la grande dote nella lettura della situazione e nei tempi di gioco: Moreno ha una buona percentuale di passaggi che “scarica” la pressione avversaria, ovvero che permette alla squadra di uscire da una situazione di pressing, una dote da giocatore che sa leggere tempo e spazio.

Non è il numero totale dei passaggi effettuati dallo spagnolo (numero neanche così troppo elevato), ma è la qualità che si intravede in questa situazione: mediamente 3,4 ogni 10 passaggi sono come quelli sopra descritti, che noi tecnicamente consideriamo come “corti positivi” (ogni passaggio viene “pesato” dall’elaborazione Footure Lab su tre livelli), ovvero che sbrogliano una situazione di pressing subito dalla squadra, scaricando l’aggressività avversaria.

Entriamo ora nella sfera dei duelli, che ci danno diverse indicazioni per quanto riguarda il confronto con un nuovo paese, una nuova realtà calcistica e degli avversari che, ricordiamolo, risultano uno, due o addirittura tre anni più grandi.

FASE DIFENSIVA 🛡

Balza all’occhio subito un dato: Moreno sfrutta in maniera più proficua le situazioni di 1 contro 1, dove esce vittorioso nel 58% dei tentativi, ma ha percentuali ancora troppo elevate di anticipi subiti, sia aerei che bassi, a dimostrazione di come si debba ancora abituare all’aggressività in un nuovo contesto.

Dimostra di avere buone doti nel contrasto basso (sia in fase di possesso che di non possesso).

 

 

QUALI SONO I SUOI MOVIMENTI NEGLI ULTIMI 35 METRI?


Prevalenza di movimenti in ampiezza: per un giocatore con le sue caratteristiche tecniche, probabilmente sorprende ancora la sua percentuale così bassa di ricezione tra le linee, ma potrebbe rappresentare anche una potenzialità inespressa e una tappa della sua crescita, dato da mettere a confronto magari fra un paio di anni.

 

 

 

 

DA DOVE TENTA LA CONCLUSIONE?

 

Principalmente in area: questo dicono i dati Footure Lab (ha segnato 1 gol nella Primavera 1 e 1 in Youth League), con una percentuale minore dalla media e lunga distanza.

Anche in questa situazione, siamo curiosi su come evolveranno le qualità di finalizzazione del ragazzo nei prossimi anni e come sfrutterà le sue doti tecniche.

 

 

📋 PER RICHIEDERE IL REPORT COMPLETO,

📧  SCRIVI A INFO@FOOTURELAB.COM

 

❓ Sei un match/video analyst e vuoi dare spazio ai tuoi contenuti sulla nostra piattaforma?

👍 Accettiamo solo analisi relative a giocatori Under 21 e su partite di categorie dal Campionato Primavera in giù.

📧  Inviaci il tuo contributo a info@mondoprimavera.com