Le pagelle del Genoa

Russo 6,5: con i suoi interventi provvidenziali permette al Genoa di mantenere il risultato in più di un’occasione. Incolpevole sui due gol subiti.

Candela 6,5: attento e grintoso in fase difensiva, sempre pronto a supportare l’azione quando si tratta di alzarsi sulla corsia di competenza.

Da Cunha 6: la Fiorentina crea tanto e lo costringe ad una giornata di straordinari. Non tappa tutte le falle, ma nel complesso se la cava senza sfigurare.

Raggio 6: al pari dei compagni di reparto, deve lottare con Graiciar e fare attenzione agli inserimenti di Meli e Montiel. Il fortino regge fino al pareggio di Antzoulas.

Piccardo 6,5: uno dei migliori tra le file dei liguri. Protagonista di buone chiusure e di qualche spunto sulla fascia, si esalta con un salvataggio strepitoso in scivolata su Meli, arrivato a pochi passi da Russo.

Karic 6: gli avversari oggi lo sovrastano spesso in quanto a corsa e dinamismo. Da uno come lui ci si aspetta di più, ma ha il comunque il merito di non mollare fino all’ultimo minuto.

Zvekanov 5,5: colpito duro sul finale della prima frazione, esce dopo pochi minuti della ripresa. Fino a lì, la sua prova non è stata indimenticabile. (dal 57′ Masini 6: tanto lavoro in fase difensiva, dà una mano alla squadra rispettando le consegne del tecnico).

Rovella 6: si sacrifica a copertura della linea difensiva, cercando di innescare gli attaccanti verticalizzando immediatamente quando riceve palla.

Simeoni 7: l’azione personale che porta il Genoa in vantaggio zittisce il “Bozzi” e cambia la piega della partita. Oltre al gol, ci mette tanto sacrificio in copertura. (dal 72′ Szabo s.v.)

Cleonise 5,5: si sbatte svariando sul fronte offensivo, pasticciando un po’ quando viene servito dai compagni. (dal 63′ Adamoli 6: meno offensivo rispetto a Cleonise, va a rinforzare il reparto difensivo nel tentativo di proteggere il risultato).

Bianchi 6: non gli arrivano tantissimi palloni ma prova a sfruttarli nel migliore dei modi. Prima fallisce il raddoppio con un colpo di testa, poi impegna severamente Ghidotti con un potente tiro deviato in corner.