Youth League, Young Boys-Juventus, le pagelle dei bianconeri

Siano 6.5: il portiere classe 2001 è al suo debutto quest’oggi con la Primavera e bisogna fargli i complimenti. Potrebbe far di più sul secondo gol ma è protagonista di alcune parate d’istinto degne di nota. Inoltre para il rigore che poi viene insaccato sulla ribattuta.

Meneghini 6: inizia con qualche disattenzione ma poi si fa vedere percorrendo in diverse occasioni la fascia destra con intensità.

Anzolin 7: quest’oggi veste la fascia di capitano e lo fa dignitosamente. Oltre all’aspetto difensivo ben svolto grazie a marcature ottime, si fa vedere anche in avanti con sovrapposizioni e contrasti d’esperienza. Avversario difficile per gli svizzeri. (dal 88′ Gozzi s.v.)

Makoun 6: il numero 4 si nota per la sua fisicità che gli permette di essere uno dei più importanti lì dietro.

Serrao 6.5: il difensore numero 6 non comincia al meglio e condivide con gli altri compagni di settore le colpe degli errori in apertura di gara. Continua in crescendo mentale e si rende utile in fase di costruzione e nel giro palla. (dal 70′ Riccio 6: il suo ingresso non da quel tocco in più ma mantiene lo stesso livello. Gestisce in maniera discreta i palloni che gli arrivano.)

Pinelli 5.5: partita sottotono per il numero 7 che davanti si vede poco e quando vuole aiutare dietro è protagonista di imprecisioni. (dal 45′ Leone 6: il suo ingresso mette quel pizzico di pepe in più nella metà campo dove si fa vedere in pressing sugli avversari.)

Francofonte 5.5: pesa sulla valutazione l’erroraccio sul gol del 4-1 in cui, oltre a perdere palla in malo modo, si ferma senza cercare di recuperare. Poco lucido questo pomeriggio. Partita sfortunata.

Frederiksen 6.5: si merita tutti gli applausi per la perla in apertura che regala il momentaneo vantaggio bianconeri. Si fa vedere poi nei tentativi di sfondamento.

Di Francesco 5.5: poco freddo sotto porta nell’occasione che gli si presenta per riportare i suoi sulla parità. (dal 45′ Moreno 6.5: il giovanissimo 2002 è un giocatore che anche entrando dalla panchina fa la differenza. Sa sempre trovare i suoi compagni con passaggi e palloni precisi, intelligenti.)

Boloca 5: partita da dimenticare per il numero 15 che traballa dall’inizio alla fine. Regala 2 dei 4 gol svizzeri e convince ben poco. A rendere un po’ meno amara la giornata arriva il suo gol di testa nel finale.

Tongya 6: è bravo a lottare nel mezzo ed a vincere dei contrasti, potrebbe dare maggiormente una mano ai suoi nel gestire il gioco. (dal 45′ Monzialo 6: si vede in qualche cavalcata sulla fascia destra. Fa il suo.)