Ciezkowski 6 Partita facile per l’estremo difensore scaligero, che oggi non ha nulla a cui pensare. La Salernitana non si rende mai pericolosa, e lui non ha mai bisogno di smanacciare per togliere il pallone dalla porta.

Galazzini 6 Prova discreta la sua quest’oggi, in una partita giocata più sul lato difensivo. Non cerca la sovrapposizione, nè cerca il cross in mezzo per gli attaccanti, ma da quella parte la Salernitana non riesce a passare; e questo era proprio il suo compito.

Agbugui 6 Non gioca male, complice anche la poca cattivera ed incisività degli avversari. Dimostra però ogni tanto di abbassare la concentrazione, con qualche tocco impreciso di troppo. Ha indubbiamente grandi qualità, ma che possono ancora essere migliorate e perfezionate.

Bianchetti 6,5 Il ritorno in campo dopo dieci mesi è decisamente positivo: una bella vittoria e una prestazione superba, che lo vede sempre protagonista nella propria metà campo. Tolto un leggero affanno nei primi minuti della ripresa, chiude alla perfezione gli attaccanti avversari impedendo loro di vedere la palla.

Kumbulla 6,5 Il giovane difensore italo-albanese fa valere la sua fisicità per limitare gli attaccanti granata. Chiude infatti molto bene gli spazi e domina i contrasti, impedendo agli attaccanti di superarlo per poi puntare la porta.

Brandi 6,5 Non è una delle prime scelte di mister Porta, ma dimostra quest’oggi che anche lui può fare la differenza in campo. Il gol è solo la ciliegina sulla torta, che premia la sua generosità e la sua predisposizione al sacrificio. (81′ Nardi 6 Entra quando ormai la partita non ha più nulla da dire, ma nonostante ciò mette grinta e impegno negli ultimi assalti alla porta di Russo.)

Amayah 7 La stella nigeriana fa la differenza anche oggi, dimostrando ancora una volta di essere il motore di questo Verona. L’azione che porta al rigore parte da una sua accelerazione improvvisa; recupera anche diversi palloni pericolosissimi al limite dell’area, non trovando per sfortuna il cross giusto per i compagni. (83′ De Zotti 6 Entra bene in partita, attaccando con grinta e con voglia di fare. Non ha mai però la palla buona per concludere a rete.)

Felippe 7 Si prende sulle spalle la responsabilità di aprire le marcature su calcio di rigore: e non sbaglia, trafiggendo Russo con freddezza. Va alla conclusione diverse volte, inserendosi alle spalle dei difensori avversari e mettendo in mostra tutta la sua abilità nel tiro; Russo gli nega la gioia della doppietta. (75′ Sinior 6 Rispetto al compagno gioca in una posizione un po’ più arretrata, per dare maggiore stabilità e forza alla squadra; gestisce bene il possesso di palla scaligero dell’ultimo quarto d’ora.)

Sane 7,5 È lui l’eroe di giornata in quel di Verona, è lui che torna negli spogliatoi sugli scudi: una fantastica doppietta che è come una sentenza quest’oggi. Non solo, ma è anche lui ad ottenere il rigore che apre le marcature dopo essersi infilato in area di rigore: insomma, il giovane attaccante senagalese quest’oggi ha messo in mostra tutte le proprie capacità tecniche e le ha poste al servizio della squadra. (83′ Jemal 6 Forse il più pericoloso tra i subentrati, ha un paio di buone occasioni per calare il pokerissimo; ma la difesa avversaria mura i suoi tentativi, negandogli il gol.)

Saveljevs 6 Non è la stella più brillante nel cielo di Verona oggi, nonostante la bella prestazione e l’ottima gestione della palla a centrocampo. Contro una Salernitana poco in forma da un giocatore con le sue qualità ci si aspettava forse qualcosa di più: non si rende mai pericoloso dalle parti di Russo. (75′ Lisi 6 Prestazione sulla falsa riga del compagno, non si rende mai pericoloso e si limita a giocare semplice, senza rischiare.)

Traore 6,5 Buona la prova dell’ivoriano ex Perugia, che in diverse occasioni dimostra grande intelligenta tattica ed altruismo. Tende sempre a portare via l’uomo dall’area di rigore, decentrandosi palla al piede e poi cercando l’assist, come in occasione della seconda rete di Sane.