Youth League, CSKA Mosca-Roma, le pagelle dei giallorossi

La primavera della Roma vince fuori casa sul CSKA Mosca e si porta a 6 punti nel girone G, può continuare la sua corsa alla qualificazione. Buona prestazione di squadra nel primo tempo e bravi a resistere nel secondo. Di seguito le pagelle giallorosse:

Zamarion 6: il portiere viene impegnato poco nel primo tempo e si può limitare a dirigere il gioco da dietro, ad inizio secondo tempo sbaglia l’uscita che porta al gol dei russi. Bravo a non mollare e rifarsi con delle buone uscite piene di grinta.

Bouah 6.5: il terzino giallorosso ha un senso del gol che lo contraddistingue dai classici difensori. Porta i suoi sul momentaneo 2-0, corre tanto ed è un avversario scomodo sulla sua fascia.

Semeraro 6.5: buona prestazione quest’oggi dell’altro terzino che sulla sinistra chiude numerosi palloni che potrebbero far male alla Roma, partita di carattere per lui.

Bianda 6: il franco-ivoriano ha la piena sufficienza per la concentrazione dimostrata, c’è da dire che nel primo tempo viene pressato poco e può ragionare con calma. La sua fisicità si è rivelata importante per il reparto difensivo.

Cargnelutti 6.5: molto bene il numero 5 che coordina le manovre difensive, è attento sui movimenti degli esterni alti russi e non ha paura nei contrasti. Fondamentale per le retrovie giallorosse.

Marcucci 6.5: il capitano ha delle doti non indifferenti, è il regista di questa Roma, vede bene il gioco in anticipo e lotta sui palloni in mezzo al campo.

D’Orazio 7: tutte le azioni pericolose nel primo tempo passano da lui. Sulla fascia destra fa male alla difesa russa e crea un’azione perfetta che porta al gol dell’1-0 nato da un suo cross. (70′ Chierico s.v.)

Pezzella 7: giocatore intelligente, il numero 8 apre dei palloni da grande giocatore, si fa sentire sulla trequarti e con D’Orazio crea un binomio devastante per il gol del vantaggio e non solo.

Bucri 6: l’attaccante avrebbe potuto fare di più, è poco incisivo sottoporta sbagliando due volte un tap-in che poteva punire la difesa del CSKA. Merita comunque la sufficienza per aver reso difficile il compito dei difensori avversari.

Riccardi 7: il giovane giallorosso disputa un’ottima partita coronata dal gran gol che apre le danze con un tiro perfetto di sinistro pur essendo un destro naturale. Il migliore in campo insieme a D’Orazio e Pezzella.

Cangiano 6.5: l’esterno alto numero 11 si è dimostrato in forma lottando con i difensori e guadagnando falli preziosi. Bravo a recuperare dei palloni apparentemente persi ed impensierisce il portiere russo con un tiro di gran potenza. (70′ Buso 6: entra molto bene a metà del secondo tempo e si rende fastidioso lì davanti. Prova a fare male anche con un tiro da dentro l’area.)