Top 11 Primavera 1: i migliori della 3^ giornata

Torna l’appuntamento con la nostra rubrica “11 e lode”, dedicata alla Top 11 del campionato Primavera. Una tradizione settimanale con questa edizione dedicata al campionato Primavera 1, la quale premierà i talenti che più si sono messi in luce su i campi della prima serie del campionato nazionale Under 19. Classico modulo 3-4-3 a trazione decisamente offensiva per il nostro “11 e lode”: non perdiamo altro tempo e andiamo subito a scoprire i grandi protagonisti della 3^ giornata del campionato Primavera 1 del 2018/19, scelti dalla redazione di MondoPrimavera.com.


PORTIERE


Matteo Cardinali (Roma)

La Roma supera il Chievo di misura e molto lo deve al suo portiere, uno dei migliori in campo contro i clivensi. Alza il muro in più di un’occasione e si fa sempre trovare pronto e attento in qualsiasi situazione di gioco.


DIFENSORI

Nadir Zortea (Atalanta)

Un treno incontenibile nella sua fascia di competenza, ovvero quella di destra. Nel match contro l’Udinese è stato uno dei migliori, ha spinto tanto e si è reso spesso pericoloso dalle parti dei friulani.


Christ Kouadio (Cagliari)

In fase difensiva è stato uno dei migliori dei suoi contro la Sampdoria, non concede molti spazi agli avversari e talvolta riesce a spingere e rendersi pericoloso anche in fase offensiva. Instancabile lungo la fascia sta dimostrando di essere un ottimo prospetto per il futuro.


Mattia Zanoli (Genoa)

I rossoblù possono festeggiare la prima vittoria stagionale, costruita sulle solide fondamenta gettate col prezioso contributo del centrale classe 2000. Impeccabile la sua prova, con la quale concede le briciole agli attaccanti avversari.



CENTROCAMPISTI

Simone Santoro (Palermo)

Ancora una volta è lui ad illuminare le giocate del centrocampo rosanero, un giocatore che in questa categoria ha accumulato un’esperienza importante. Anche contro il Napoli è stato uno dei migliori in campo, sia per qualità che per quantità.


Nicolò De Angelis (Torino)

Uno dei più propositivi in mezzo al campo nel netto successo granata sul campo della Fiorentina. Corre, lotta, è dinamico e riesce a fornire importanti assist ai compagni, inesauribile.


Lorenzo Peli (Atalanta)

Gioca un’ora di partita ad altissimi livelli, dispensa giocate di gande classe e realizza un gol di una bellezza incredibile con un sinistro che supera il portiere avversario. Disegna e manda in porta i compagni, è suo anche l’assist per il 2-0 di Cambiaghi che ringrazia.


Manolo Portanova (Juventus)

Inizia il match contro il Milan un pò in sordina, ma cresce con il passare dei minuti la sua prestazione. E’ sfortunato poichè colpisce un legno, ma nella ripresa trova un gol importante. Bravo nell’inserirsi e a trafiggere il portiere dei rossoneri. 


ATTACCANTI

Vincenzo Millico (Torino)

Definire da sogno è quasi riduttivo, poichè trascina a suon di gol e prodezze il Torino ad un importante vittoria contro la Fiorentina. Segna un tripletta che difficilmente si scorderà e diventa il capocannoniere del Primavera, inizio di stagione fenomenale per l’attaccante granata.


Giacomo Raspadori (Sassuolo)

Sempre uno dei più positivi della sua squadra. Nel match contro l’Inter realizza una doppietta che prima agguanta il pari e poi illude per la vittoria. Rigore o azione poco importa nel momento importante lui c’è e non sbaglia.


Flavio Bianchi (Genoa)

Torna a volare il Grifone, sulle ali del suo capitano che lo trascina con due gol da centravanti di razza. Meravigliosa l’esecuzione dal limite che vale il vantaggio, rapace il colpo di testa col quale scatena l’apoteosi rossoblù in appena tre giri di lancette.